Sarebbero le gigantesche lune di Giove ad impedire la formazione di anelli ghiacciati come quelli di Saturno. Ecco cosa sappiamo a riguardo.

In molti ce lo avete chiesto: perché Giove non ha anelli grandi almeno come quelli di Saturno? Secondo un recente studio dell’Università della California, le enormi lune di Giove avrebbero impedito la formazione dei giganteschi anelli. Anche perché se Giove li avesse, sarebbero ancor più luminosi di quelli di Saturno, vista la sua vicinanza alla Terra. Per gli scienziati c’è anche la possibilità che Giove avesse gli anelli, in passato e che li abbia persi nel tempo. Cerchiamo di capire perché Giove ha l’aspetto che vediamo ancor oggi.

Come sarebbe Giove con gli stessi anelli di Saturno. Credit: Stephen Kane/UCR

Perché il pianeta ha l’aspetto che ha

Gli scienziati hanno eseguito una simulazione al computer che teneva conto delle orbite delle quattro principali lune di Giove, nonché l’orbita del pianeta stesso e alcune altre informazioni sul periodo cosmico in cui si sarebbero dovuti formare gli anelli. Ebbene, quando le lune di un pianeta sono sufficientemente massicce, la loro gravità può scagliare il ghiaccio fuori dall’orbita del pianeta.

Il team ha scoperto che le lune galileiane di Giove hanno una massa tale da distruggere rapidamente tutti i grandi anelli che avrebbero potuto formarsi. Questo non significa che Giove non abbia anelli, anzi. Lo abbiamo anche visto nella foto segreta del telescopio James Webb agli infrarossi: gli anelli ci sono, ma sono così sottili e fragili da non poter essere visti con i tradizionali telescopi.

Al di là della loro bellezza estetica, gli anelli aiutano gli astronomi a comprendere la storia di un pianeta, poiché ci danno le prove delle antiche collisioni fra lune e comete che potrebbero essere avvenute in passato. La forma e la dimensione degli anelli, infatti, così come la loro composizione, offrono un’indicazione precisa sul tipo di evento che li ha formati.

Riferimenti: Ucr

Se il lavoro che stiamo facendo ti sembrerà utile, per te e per tutti, potrai anche decidere di esserne partecipe e di abbonarti a Passione Astronomia. Non possiamo prometterti di scoprire cosa c’era prima del Big Bang. Ma possiamo prometterti che con il tuo aiuto ci saranno gli articoli di Passione Astronomia per seguire e capire meglio l’universo.

Chissà che un paese più informato non sia un paese migliore.

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it