Ecco come il nostro pianeta gira intorno al Sole e su se stesso. Le differenze fra il moto di rotazione e rivoluzione.

Gli effetti del movimento della Terra su se stessa e intorno al Sole li percepiamo a malapena, ma hanno un importante impatto sulla nostra quotidianità. Ci sentite spesso parlare di rotazione e rivoluzione, due concetti che vengono a volte confusi. Bene, in questo articolo cercheremo di spiegarvi la differenza fra queste due parole. Poche chiacchiere e andiamo dritti al sodo.

La Terra. Credit: pixabay

I movimenti della Terra, spiegati

Il nostro pianeta fa un giro completo su se stesso in circa 24 ore. È quello che la scienza ha chiamato moto di rotazione. La Terra, fra l’altro, ruota sul proprio asse in senso antiorario, cioè da ovest verso est. Ma perché abbiamo specificato “in circa” 24 ore? Beh, perché è una convenzione che gli esseri umani si sono dati: per la precisione il pianeta impiega 23 ore, 56 minuti e 4 secondi a fare un giro completo su se stesso, ad una velocità che all’equatore è di circa 1.700 chilometri orari. Alcuni pianeti impiegano più tempo a compiere questo moto di rotazione: su Venere, ad esempio, un giorno dura ben 243 giorni terrestri. Al contrario, Giove ruota molto più velocemente, impiegando appena 10 ore a fare un giro su se stesso.

Contemporaneamente, i pianeti del sistema solare orbitano attorno al Sole in un moto continuo chiamato rivoluzione. Anche se questo movimento non è percepibile dai nostri sensi, il nostro pianeta va abbastanza veloce perché si muove a circa 30 chilometri al secondo attorno alla nostra stella. Viene da chiedersi perché, se tutto gira, non cadiamo? È la forza di gravità a impedircelo, un’attrazione così forte che ci tiene incollati al suolo e ci impedisce di svolazzare nello spazio.

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it