Per la rilevazione di questa Super Terra è stata usata la tecnica del microlensing. L’oggetto ufficiosamente prende il nome di OGLE-2018-BLG-0677Lb

Questa Super Terra è uno dei pianeti più leggeri mai rilevati dalla microlensing gravitazionale. Designato come OGLE-2018-BLG-0677Lb, ha una massa di 3,96 volte quella della Terra. La stella ospite è una stella nana bruna con una massa di appena 0,12 masse solari. Stella e pianeta sono separati da circa 0,6 UA (1 unità astronomica equivale a 150 milioni di chilometri).

Super Terra
Rappresentazione artistica di una Super Terra. Credit: NASA

Cos’è una Super Terra?

Una Super Terra è un esopianeta di tipo roccioso con una massa compresa tra 1,9–5 e 10 masse terrestri; questa classe di pianeti è un mix tra i giganti gassosi di massa simile ad Urano e Nettuno ed i pianeti rocciosi di dimensioni simili alla Terra e Venere.

In cosa consiste il microlensing?

Il microlensing gravitazionale è una tecnica che facilita la scoperta di oggetti distanti usando stelle di sfondo come torce. Quando una stella transita esattamente davanti a una stella luminosa sullo sfondo, la gravità della stella in primo piano focalizza la luce della stella di sfondo, facendola apparire più luminosa. Un pianeta in orbita attorno all’oggetto in primo piano può causare un ulteriore incremento della luminosità. Questa tecnica ha scovato gli esopianeti conosciuti più distanti dalla Terra e può rilevare pianeti con poca massa che sono sostanzialmente più lontani dalle loro stelle rispetto alla Terra dal nostro Sole. L’effetto del microlensing è molto raro: solo una su un milione di stelle nella nostra galassia ne sono interessate in qualsiasi momento. Inoltre, questo tipo di osservazione non si ripete e le probabilità di scovare un esopianeta sono estremamente basse.

Animazione dell’effetto di microlensing

Cooperazione di più telescopi

L’evento di microlensing OGLE-2018-BLG-0677 è stato rilevato dall’esperimento di ottica gravitazionale (OGLE) usando un telescopio in Cile, e la Korea Microlensing Telescope Network (KMTNet) usando tre identici telescopi in Cile, Australia e Sud Africa. “Questi esperimenti rilevano circa 3.000 eventi di microlensing ogni anno“, ha affermato il co-autore Dr. Michael Albrow ,della School of Physical and Chemical Sciences dell’Università di Canterbury.

Passione Astronomia consiglia...
  • Periodo di prova gratuito ad Amazon Kindle Unlimited grazie a Passione Astronomia clicca qui
  • Lo store astronomico clicca qui

Riferimenti:

Se vuoi sostenere il nostro lavoro puoi fare una donazione