L’Italia è fra i Paesi che sta soffrendo di più la siccità, fra temperature in aumento e una grave carenza di piogge. Ma quanto durerà tutto questo? Cerchiamo di capirlo dal punto di vista scientifico.

Dopo mesi senza precipitazioni, il Nord Italia sta combattendo contro la più grave siccità degli ultimi 70 anni. Il fiume Po, il più lungo d’Italia, sta inanellando tristi record per quanto riguarda il bassissimo livello dell’acqua. In più, le alte temperature di questo mese e la mancanza di neve in montagna (fattori che tendono ad alimentare i fiumi) hanno aggravato sempre di più la situazione. D’altronde il Po si estende dalle Alpi di nord-ovest al Mar Adriatico e rappresenta una fonte d’acqua vitale per diverse regioni. Oltre ad essere utilizzato per l’acqua potabile, infatti, permette all’uomo di irrigare i raccolti agricoli e produrre energia idroelettrica in tutto il nord-Italia.

Quanto durerà la siccità in Italia? Credit: unsplash

La peggior siccità in Italia degli ultimi 70 anni

Il Po non è l’unico fiume che si sta prosciugando, in questo periodo. L’Arno, che attraversa Firenze, e il Tevere, che attraversa Roma, hanno entrambi il livello dell’acqua pari a circa la metà rispetto a quello che in genere c’era a giugno. Molte regioni, per questo motivo, chiedono a gran voce di dichiarare lo stato di emergenza.

Al momento non ci sono particolari restrizioni per chi dovesse muoversi per le vacanze. Tuttavia, potrebbero presto entrare in vigore diverse misure di emergenza su tutto il territorio nazionale. Le regioni settentrionali stanno valutando l’ipotesi di razionamento dell’acqua, e se ne consentirebbe l’uso solo per le attività essenziali.

Ma quanto potrebbe durare questa situazione? Una cosa è certa: la siccità di queste settimane mostra pochi segni di allentamento. È prevista un’estate ancora molto calda, con scarse precipitazioni, nonché un ulteriore calo delle acque del Po. È probabile che le restrizioni che verranno introdotte nei prossimi giorni rimangano in vigore per alcune settimane, se non per tutta l’estate.

Da sempre Passione Astronomia prova a costruire, attraverso la divulgazione scientifica, una comunità di persone più informate e consapevoli. È anche il motivo per cui molte persone come te si sono abbonate a Passione Astronomia e ne diventano ogni giorno parte integrante. Più siamo e meglio stiamo, e per questo invitiamo anche te a prenderlo in considerazione e diventare membro: il tuo supporto ci aiuta a portare avanti il nostro progetto.

Riferimenti: Euronews

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it