Quando il Sole irradia diversamente due versanti di una stessa montagna

L’inverno si avvicina e nelle giornate particolarmente fredde è piacevole ricevere tepore da una sfera di sole. Eppure l’irraggiamento di una superficie che dipende dall’angolo di incidenza dei raggi solari può variare anche in areali tra loro prossimali.

Ma cosa è l’angolo di incidenza?

È quell’angolo che si forma tra la direzione dei raggi e la superficie. Quanto maggiore è l’angolo, tanto maggiore sarà il riscaldamento. L’angolo di incidenza dei raggi solari dipende non solo dalla latitudine, dalla stagione, dall’altitudine e dall’ora del giorno ma anche dall’esposizione topografica di un determinato sito. Infatti a livello locale l’inclinazione dei raggi solari è condizionato dalla pendenza del versante e dalla sua esposizione, vale a dire dalla direzione verso cui il versante è rivolto. L’esposizione topografica risulta avere, pertanto, un ruolo di particolare rilevanza nelle zone montuose. Un esempio? È facilmente visibile come la neve permanga per più tempo a quote più basse sui versanti esposti a nord (bacìo) che non su quelli esposti a sud (solatìo).

Sole
Lo schema. Credit: Passione Astronomia

Il motivo

Il versante a solatìo è più riscaldato del versante a bacìo in quanto l’angolo di incidenza dei raggi solari sui versanti a sud è maggiore rispetto a quello sui versanti a nord. Per rendere l’idea del concetto, viene rappresentato schematicamente in figura in maniera semplicistica quanto sopradescritto.

Passione Astronomia consiglia...
  • Periodo di prova gratuito ad Amazon Kindle Unlimited grazie a Passione Astronomia clicca qui
  • Lo store astronomico clicca qui
Se vuoi sostenere il nostro lavoro puoi fare una donazione