Gli astronauti della NASA Robert Behnken e Douglas Hurley sono rientrati sulla Terra. Successo per SpaceX ed Elon Musk: l’inizio di una nuova era

I due astronauti della NASA sono giunti sani e salvi nel Golfo del Messico ieri alle 20:48. Splashdown avvenuto con successo. E’ la prima volta di un veicolo spaziale americano di un’agenzia spaziale privata. La Crew Dragon di SpaceX è tornata dalla Stazione Spaziale Internazionale ed ha completato un volo di prova che segna una nuova era nel volo spaziale umano.

Bentornati a casa, Bob e Doug! Congratulazioni ai team NASA e SpaceX per l’incredibile lavoro svolto per rendere possibile questo volo di prova“, ha dichiarato l’amministratore della NASA Jim Bridenstine. “È una testimonianza di ciò che possiamo realizzare quando lavoriamo insieme per fare qualcosa che una volta si riteneva impossibile. I partner sono fondamentali per i prossimi passi verso la Luna e Marte.

Crew Dragon, splashdown

Il ritorno ed il volo

Il ritorno di Behnken e Hurley rappresenta il primo splashdown per gli astronauti americani da quando Thomas Stafford, Vance Brand e Donald “Deke” Slayton sbarcarono nell’Oceano Pacifico al largo delle coste delle Hawaii il 24 luglio 1975, alla fine del progetto Apollo-Soyuz Test. Il volo di prova SpaceX Demo-2 della NASA è stato lanciato il 30 maggio dal Kennedy Space Center. Dopo aver raggiunto l’orbita, Behnken e Hurley hanno chiamato il loro veicolo spaziale Crew Dragon “Endeavour” come tributo alla prima navetta spaziale. Quasi 19 ore dopo, la Crew Dragon è attraccata al modulo Harmony della Stazione Spaziale Internazionale il 31 maggio.

Astronauti
Gli astronauti della NASA Robert Behnken, a sinistra e Douglas Hurley a destra fotografati dopo lo spalshdown. Credit: NASA

Behnken e Hurley hanno partecipato a numerosi esperimenti scientifici e passeggiate nello spazio durante i loro 62 giorni a bordo della ISS. Complessivamente, il duo di astronauti ha trascorso 64 giorni in orbita, completandone 1.024 attorno alla Terra e percorso 43.689.318 chilometri.

Il programma Artemis

Obiettivi di SpaceX e della NASA

Il volo Demo-2 fa parte del programma “commerciale” della NASA , che ha collaborato con l’industria aerospaziale americana al fine di lanciare astronauti su razzi (Falcon 9) e veicoli spaziali dal suolo americano alla ISS per la prima volta dal 2011. L’obiettivo del programma è il trasporto sicuro, affidabile ed economico da e verso la ISS. Tutto ciò garantirebbe molta più ricerca sull’avamposto più avanzato creato dall’uomo (la ISS) inclusa la preparazione per l’esplorazione umana della Luna e di Marte.

Riferimenti:

Passione Astronomia consiglia...
  • Periodo di prova gratuito ad Amazon Kindle Unlimited grazie a Passione Astronomia clicca qui
  • Lo store astronomico clicca qui
Se vuoi sostenere il nostro lavoro puoi fare una donazione