Un gruppo di scienziati ha trovato una zampa di dinosauro perfettamente conservata. Si pensa si tratti di creature che morirono proprio il giorno in cui l’asteroide gigante colpì la Terra. Ecco tutti i dettagli di questa affascinante scoperta.

Una gamba fossilizzata di dinosauro, molto probabilmente morto a causa dell’asteroide che colpì la Terra 66 milioni di anni fa. È quanto afferma un gruppo di scienziati, autori della sorprendente scoperta nel sito di Tanis, in North Dakota (Usa). L’arto è solo una parte dei tantissimi reperti ritrovati nel sito archeologico. L’ipotesi è che queste creature siano morte proprio il giorno in cui un asteroide gigante colpì la Terra, lo stesso che segnò la fine dei dinosauri e diede il via all’ascesa dei mammiferi.

Tanis
La distanza fra il luogo d’impatto dell’asteroide e il sito archeologico di Tanis, in North Dakota.
Credit: BBC

Come l’onda d’urto dell’asteroide estinse i dinosauri sulla Terra

È ormai ampiamente accettato dalla comunità scientifica che un asteroide di circa 12 km colpì il nostro pianeta causando l’ultima grande estinzione di massa. Il sito dell’impatto sarebbe stato identificato nel Golfo del Messico, al largo della penisola dello Yucatan, a circa 3.000 km dal sito archeologico di Tanis. Resti di animali e piante sono stati trovati arrotolati insieme in una specie di discarica di sedimenti innescati da terremoti inimmaginabili, che hanno mischiato organismi acquatici con creature che all’epoca vivevano sulla terraferma.

I ricercatori hanno trovato piccole tracce di roccia fusa nelle branchie dei pesci. Si tratta di materiale roccioso che si è propagato dopo l’impatto e che è poi ricaduto sul pianeta. I pesci avrebbero respirato queste particelle mentre entravano nel fiume. In due delle particelle analizzate ci sarebbero tracce di roccia non riconducibile al nostro pianeta: ecco perché è molto probabile si tratti delle creature che morirono il giorno stesso in cui arrivò l’asteroide sulla Terra.

L’esperto di dinosauri, il professor Paul Barrett del Museo di Storia Naturale di Londra ha detto che la gamba ritrovata sarebbe di un Thescelosaurus, animali erbivori squamosi come lucertole. Dal modo in cui è stata rinvenuta, sembrerebbe la zampa di un animale strappata via molto rapidamente. Non ci sono patologie o malattie evidenti, né segni di morsi o frammenti d’osso. L’idea è che l’animale sia morto all’istante.

Credit immagine di copertina BBC

Riferimenti: https://www.bbc.com/news/science-environment-61013740

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it