Un studio ipotizza che l’estinzione della vita sulla Terra nel tardo Devoniano potrebbe essere stata causata dall’esplosione di una Supernova

Durante il periodo tardo Devoniano, sempre più esseri viventi si estinsero, culminando in uno dei più grandi eventi di estinzione di massa che il nostro pianeta abbia mai assistito, circa 359 milioni di anni fa. Uno studio condotto dall’astrofisico Brian Fields dell’Università dell’Illinois Urbana-Champaign ipotizza che l’estinzione della vita sulla Terra potrebbe essere stata causata da una supernova lontana lontana molti anni luce (in genere si pensa che le estinzioni di massa siano dovute spesso da cause terrestri oppure un asteroide come quello dei dinosauri).

Supernova 1987A
Immagine composita della supernova 1987A. Credit: NASA, ESA et al.

Lo studio

L’enorme abbassamento dei livelli di ozono in coincidenza con l’estinzione del tardo devoniano potrebbe essere stato causato da radiazioni dai una supernova a circa 65 anni luce dalla Terra. Questa è la prima volta che viene avanzata questa causa per giustificare l’estinzione nel periodo sopracitato (in effetti le supernove ‘vicine’ rappresentano un pericolo per la Terra)

Effetto di Supernova

Nelle loro nuove stime Fields e i suoi coautori propongono che l’esplosione di stelle anche più lontane potrebbe avere effetti dannosi sulla vita sulla Terra, attraverso una possibile combinazione di effetti sia istantanei che di lunga durata.

Euramerica
Il supercontinente Euramerica durante il Devoniano. Credit: Thomas ROBERT

Questi raggi cosmici, sostengono i ricercatori, potrebbero essere abbastanza forti da esaurire lo strato di ozono e causare danni da radiazioni di lunga durata alle forme di vita all’interno della biosfera terrestre. Al momento, non abbiamo alcuna prova che possa confermare che una supernova lontana sia stata la causa dell’estinzione del tardo devoniano. Negli ultimi anni, però , gli scienziati hanno cercato tracce di antichi isotopi radioattivi che si sarebbero depositati sulla Terra solo grazie a supernove.

Keplers supernova
Una immagine del resto di supernova SN 1604. Essa sovrappone diverse immagini dell’oggetto a differenti lunghezze d’onda: raggi X, infrarosso, visibile. Credit: NASA/ESA/JHU/R.Sankrit & W.Blair

Il ferro-60

Un isotopo in particolare, il ferro-60 , è stato al centro di molte ricerche ed è stato trovato in numerose località della Terra. Nel contesto dell’estinzione del tardo devoniano, tuttavia, altri isotopi sarebbero fortemente indicativi dell’ipotesi di estinzione per supernova: plutonio-244 e samario-146. In altre parole, se il plutonio-244 e il samario-146 possono essere trovati sepolti nel confine devoniano-carbonifero, i ricercatori dicono che in questo modo avremo la nostra “pistola fumante”: prove interstellari che dietro una delle peggiori estinzioni di massa sulla Terra ci sia una stella morente.

Riferimenti:

Passione Astronomia consiglia...
  • Periodo di prova gratuito ad Amazon Kindle Unlimited grazie a Passione Astronomia clicca qui
  • Lo store astronomico clicca qui

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it