La capsula Orion senza equipaggio ha sorvolato la Luna avvicinandosi a circa 130 km dalla superficie lunare. Ora comincia la prossima fase del suo viaggio. Ecco le foto del flyby in alta definizione.

La capsula Orion della NASA, che in futuro trasporterà gli astronauti sulla superficie lunare, ha effettuato uno storico flyby, avvicinandosi a circa 130 km dalla superficie del nostro satellite. Il viaggio del veicolo spaziale durerà circa 20 giorni e in queste ore la NASA sta rilasciando le foto più belle di questo storico evento che riguarda la missione Artemis I.

Clicca qui per vedere le foto in alta definizione!

orion
La Luna vista da Orion durante il suo sesto giorno di volo. Credit: NASA

Artemis I, il viaggio della capsula Orion nello spazio

Uno degli scopi principali della missione è verificare che la capsula Orion funzioni come previsto, in modo che la NASA possa apportare le eventuali modifiche in vista della missione con equipaggio Artemis II prevista per il 2024. Tra l’altro nella terza missione del programma gli esseri umani scenderanno di nuovo sulla superficie della Luna a distanza di cinquant’anni dall’ultima missione Apollo.

Pochi minuti prima del sorvolo ravvicinato, la Orion ha acceso il suo motore per due minuti e mezzo. Ciò ha accelerato la sua velocità, portando il veicolo verso quella che viene chiamata orbita retrograda. In altre parole, significa che la capsula sta viaggiando intorno alla Luna nella direzione opposta al modo in cui la Luna orbita intorno alla Terra.

Il veicolo spaziale rimarrà lì per circa sei giorni, dando la possibilità al controllo missione di testarne tutti i sistemi. La NASA ci ha tenuto a sottolineare che si tratta del più lontano veicolo spaziale mai progettato per trasportare esseri umani. Il record precedente lo deteneva l’Apollo 13, quando la navicella dovette oscillare intorno alla Luna per poter tornare sulla Terra (anziché entrare in orbita).

Riferimenti: The New York Times

Ciao,

ci auguriamo che l’articolo ti sia piaciuto e abbia soddisfatto le tue aspettative. A Passione Astronomia lavoriamo come abbiamo sempre fatto. Cercando di spiegare le cose come stanno e cercando di coinvolgere e informare le persone perché queste siano più consapevoli. Cercando di fare informazione e di lavorare contro la propaganda vuota o ingannevole di chi non crede nell’autorevolezza della scienza.

Questo lavoro non finisce qui. Anzi, servirà ancora di più, negli anni a venire e servirà farlo con l’aiuto di tutte e di tutti. Puoi abbonarti a Passione Astronomia e contribuire da protagonista a questo progetto.

Abbonati!

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it