Ecco un’animazione, in alta risoluzione, di un volo sulla superficie del pianeta nano Cerere, basato sulle immagini della sonda Dawn della NASA

Una bellissima animazione mostra un volo simulato sulla superficie del pianeta nano Cerere, basato sulle immagini della navicella spaziale Dawn della NASA. Il filmato mostra Cerere con colori maggiorati, che aiutano a evidenziare sottili differenze nell’aspetto dei materiali di superficie. Gli scienziati ritengono che le aree con sfumature di blu contengano materiale più recente. Il sorvolo vi farà notate i crateri più importanti, come Occator, e la montagna a forma di cono, Ahuna Mons. Ecco il video ad alta risoluzione:

Il video del sorvolo. Credit: NASA / JPL-Caltech / UCLA / MPS / DLR / IDA / LPI

Il video è stato realizzato dai membri del team di Dawn presso il Centro aerospaziale tedesco, DLR, utilizzando immagini ripresa dall’orbita della sonda. Durante quella fase della missione, durata da agosto a ottobre 2015, la navicella spaziale ha sorvolato Cerere ad un’altitudine di circa 1.450 chilometri. Dawn è la prima missione a visitare Cerere, l’oggetto più grande nella fascia principale degli asteroidi tra Marte e Giove. Dopo aver orbitato intorno all’asteroide Vesta per 14 mesi nel 2011 e nel 2012, Dawn è arrivata a Cerere nel marzo 2015.

Qualche info sul pianeta nano

Cerere possiede un raggio di circa 476 chilometri ed orbita ad una distanza media di 413 milioni di chilometri dal Sole. Il pianeta nano impiega 4,6 anni terrestri per completare un giro intorno al Sole ed inoltre, con un periodo di rotazione si sole 9 ore, è uno degli oggetti del sistema solare con il giorno più breve. L’asse di rotazione è inclinato di appena 4 gradi rispetto al piano della sua orbita attorno al Sole. Ciò significa che ruota quasi perfettamente in posizione verticale e dunque, praticamente, non ha stagioni. Cerere è simile ai pianeti terrestri (Mercurio, Venere, Terra e Marte), ma ha una densità molto più bassa. Ha probabilmente un nucleo solido e un mantello fatto di ghiaccio d’acqua (addirittura potrebbe essere composto dal 25% d’acqua: se fosse così ci sarebbe più acqua che sulla Terra). La crosta è rocciosa e polverosa con grandi depositi di sale. I sali non sono come il sale da cucina (cloruro di sodio), ma sono invece costituiti da diversi minerali come il solfato di magnesio. Il pianeta nano possiede innumerevoli piccoli crateri giovani, ma nessuno ha un diametro superiore a 280 chilometri. Ciò è sorprendente, dato che il pianeta nano deve essere stato colpito da numerosi grandi asteroidi durante i suoi 4,5 miliardi di anni di vita. La mancanza di crateri potrebbe essere dovuta a strati di ghiaccio appena sotto la superficie. È anche possibile che l’attività idrotermale passata, come i vulcani di ghiaccio, abbia cancellato alcuni grandi crateri. Insomma un mondo ancora tutto da scoprire!

Immagine di copertina credit NASA / JPL-Caltech / UCLA / MPS / DLR / IDA / LPI

Riferimenti:

Passione Astronomia consiglia...
  • Periodo di prova gratuito ad Amazon Kindle Unlimited grazie a Passione Astronomia clicca qui
  • Lo store astronomico clicca qui
  • Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it