Le concentrazioni di gas serra, l’innalzamento del livello del mare e l’aumento della temperatura degli oceani hanno raggiunto livelli record nel 2021. Ecco l’ultimo rapporto climatico della NOAA.

Come ogni anno gli scienziati della NOAA (National Oceanic and Atmospheric Administration) hanno stilato un rapporto sullo stato di salute del clima terrestre. Il documento, pubblicato sul sito ufficiale dell’organizzazione, si basa sui contributi di oltre 530 scienziati di oltre 60 Paesi in tutto il mondo. Si tratta dell’aggiornamento più completo che riguarda gli indicatori climatici della Terra, ma anche gli eventi meteorologici e quelli monitorati dallo spazio.

I cambiamenti del livello del mare fra il 1993 e il 2021. Credit: NOAA

Cosa dice il rapporto sul clima della NOAA

I dati presentati nel rapporto sono chiari: ci sono prove scientifiche sempre più convincenti dell’impatto del cambiamento climatico sul nostro pianeta. Il fatto che molti territori siano colpiti da un migliaio di inondazioni ogni anno dimostra che la crisi climatica è una minaccia reale. A questo si aggiungono la siccità e le storiche ondate di calore degli ultimi anni.

Per quel che concerne i gas serra, si registrano i valori più alti mai misurati nell’atmosfera. Anidride carbonica, metano e protossido di azoto sono saliti a nuovi livelli record, nel 2021. La concentrazione media annua globale di anidride carbonica nell’aria è stata di 414,7 parti per milione (2,3 ppm in più rispetto al 2020). Le temperature superficiali sono state sopra la media 1991-2020: questo colloca anche il 2021 fra i sei anni più caldi della storia, da quando sono iniziate le misurazioni alla fine del 1800.

In più, è aumentata anche la temperatura degli oceani, che ha raggiunto livelli record nel 2021. Stesso discorso per il livello medio globale dei mari, di 97 millimetri superiore alla media del 1993. Insomma, i numeri che riguardano lo stato di salute del nostro clima non sono certo incoraggianti, fatto sta che anche piccoli accorgimenti da parte di ognuno possono risultare importanti su scale più grandi. Non siamo solo una goccia nel mare!

Riferimenti: NOAA

Se il lavoro che stiamo facendo ti sembrerà utile, per te e per tutti, potrai anche decidere di esserne partecipe e di abbonarti a Passione Astronomia. Non possiamo prometterti di scoprire cosa c’era prima del Big Bang. Ma possiamo prometterti che con il tuo aiuto ci saranno gli articoli di Passione Astronomia per seguire e capire meglio l’universo.

Chissà che un paese più informato non sia un paese migliore.

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it