Il Dark Energy Spectroscopic Instrument (Desi) ha concluso i primi sette mesi della sua indagine 3D del cosmo, scalzando ogni altro record precedente. Ecco perché.

La più grande e dettagliata mappa 3D dell’universo. Eppure DESI, acronimo di Dark Energy Spectroscopic Instrument, è solo al 10% circa della sua missione che durerà cinque anni. Una volta che l’avrà completata, avremo una mappa 3D straordinariamente dettagliata che ci aiuterà a comprendere l’energia oscura e quindi anche passato e futuro dell’universo.

La mappa tridimensionale di DESI. La Terra si trova in basso a sinistra e guarda per oltre 5 miliardi di anni luce in direzione della costellazione della Vergine. Ogni punto colorato rappresenta una galassia, che a sua volta è composta da centinaia di miliardi di stelle. La gravità ha trascinato le galassie in una fitta rete cosmica di ammassi, filamenti e vuoti. Credit: D. Schlegel/Berkeley Lab (DESI)

DESI: ecco la più grande mappa 3D dell’universo

Progettato oltre un decennio fa, DESI è stato costruito solo nel 2015. Si tratta di uno strumento installato presso il telescopio Nicholas U. Mayall di Tucson, in Arizona. Il suo compito è raccogliere immagini dettagliate dello spettro luminoso di milioni di galassie in più di un terzo del cielo. Scomponendo la luce di ciascuna galassia nel suo spettro di colori, DESI può determinare di quanto la loro luce subisca l’effetto del redshift (lo spostamento verso il rosso).

Più lo spettro di una galassia è spostato verso il rosso, più è lontana da noi. Con una mappa 3D i fisici possono tracciare ammassi e superammassi di galassie. Queste strutture si portano dietro echi della loro formazione iniziale, quando erano solo increspature nell’universo primordiale. Eliminando questi echi, gli scienziati possono sfruttare i dati di DESI per determinare la storia dell’espansione dell’universo.

Comprendere la storia dell’espansione è cruciale, perché c’è in gioco anche il destino ultimo dell’universo. Oggi, circa il 70% dell’universo è energia oscura, una misteriosa forma di energia che guida l’espansione dell’universo sempre più velocemente. Man mano che l’universo si espande, questa energia oscura cresce e accelera l’espansione, in un ciclo che (forse) determinerà il destino dell’universo. Si espanderà per sempre o crollerà su se stesso come una sorta di Big Bang al contrario? Rispondere a queste domande significa imparare di più su come si è comportata l’energia oscura in passato. È esattamente ciò per cui DESI è progettato.

Riferimenti:

Passione Astronomia consiglia...
  • Periodo di prova gratuito ad Amazon Kindle Unlimited grazie a Passione Astronomia clicca qui
  • Lo store astronomico clicca qui
  • Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it