L’imponente vortice che imperversa al Polo Nord di Saturno è enorme: ogni lato dell’esagono misura circa 13.800 km. Uno studio ha chiarito la composizione

L’esagono di Saturno è un sistema di vortici, correnti d’aria e turbolenze. Questa struttura resiste da decenni e non mostra alcun segno di indebolimento (a differenza degli uragani terrestri ad esempio). Le nuvole ruotano intorno al vortice del Polo Nord con un periodo di circa 11 ore ed ogni lato dell’esagono misura circa 13.800 chilometri.

Mistero svelato

Questa tempesta esagonale è stata osservata per la prima volta nei primi anni ’80 grazie al Telescopio Spaziale Hubble e successivamente integrata dai dati della passata missioni Cassini. Ora grazie allo studio pubblicato su Nature Communication sappiamo che il Polo Nord di Saturno è avvolto da una fitta nebbia formata da ben sette strati strati. E’ un complesso sistema di stratificazioni che si estende dalle nubi del pianeta fino a più di 300 chilometri di altitudine. Questi strati (ognuno con uno spessore fra i 7 ed i 18 chilometri) sono formati da particelle di idrocarburi. L’esagono risulta essere una formazione di onde atmosferiche ed è apparentemente statico nella sua contemporanea rotazione con il pianeta.

L’esagono di Saturno (situato al Polo Nord del pianeta) è formato da sette strati di nebbia.
Credit: UPV/EHU

La seguente GIF mostra il famoso esagono, situato tra le nuvole che circondano il Polo Nord di Saturno. L’animazione è composta da dati raccolti dalla missione Cassini e fu pubblicato nel 2012: era la prima volta che avevamo una visione a colori dell’esagono di Saturno. Inoltre va a coprire una parte molto ampia del “Signore degli Anelli” (dal polo nord fino a una latitudine di circa 70 gradi a nord). Ma altre caratteristiche sono visibili al suo interno. La tempesta bianca in basso, ad esempio, è in fase di esaurimento ma è ancora colossale: parliamo di oltre 3.500 chilometri di diametro (due volte il più grande uragano formatosi sulla nostra Terra).

GIF dell’esagono di Saturno. Credit: NASA / JPL-Caltech / SSI / Hampton University

Come è stata composta questa animazione?

Questa animazione è stata creata tenendo conto della rotazione di Saturno stesso. Comprende osservazioni dall’ultravioletto all’infrarosso, tutte colorate per enfatizzare le differenze nella composizione e struttura atmosferica all’interno ed all’esterno dell’esagono. I rossi mostrano i dati a infrarossi, i verdi mostrano i raggi infrarossi vicini e i blu i raggi ultravioletti. All’occhio umano, l’esagono si presenterebbe nei toni dell’oro e del blu. All’interno dell’esagono c’è una concentrazione di piccole particelle di foschia, mentre all’esterno il contrario. La corrente a getto che costituisce l’esagono sembra agire come una barriera, che si traduce in qualcosa di simile al “buco dell’ozono” nell’Antartico.

Riferimenti:

Passione Astronomia consiglia...
  • Periodo di prova gratuito ad Amazon Kindle Unlimited grazie a Passione Astronomia clicca qui
  • Lo store astronomico clicca qui
Se vuoi sostenere il nostro lavoro puoi fare una donazione