Alcuni astronomi sostengono che il nome del successore di Hubble commemorerà la discriminazione nei confronti della comunità LGBT+. Ecco cosa sta succedendo

La NASA sta seriamente pensando di rinominare il telescopio spaziale James Webb. Il motivo? Il nome che gli è stato affibbiato sarebbe legato alle persecuzioni di gay e lesbiche durante gli anni di governo di questo importante funzionario della NASA. Cerchiamo di capire meglio cosa è successo.

Il telescopio spaziale James Webb. Credit: NASA.

Chi era James Webb

Partiamo dal presupposto che James Webb fu un importante funzionario degli Stati Uniti, il secondo amministratore delegato della storia della NASA dal 1961 al 1968. Alcuni astronomi sostengono fosse un fanatico e che avesse sentimenti anti-LGBT+. Altri, però, dicono che non ci sono prove sufficienti contro Webb e che si esprimeranno solo quando l’agenzia avrà concluso la sua indagine interna sulla questione.

Lo storico della NASA, Brian Odom, starebbe già revisionando tutti i documenti d’archivio che riguardano Webb. Solo dopo la conclusione di questa piccola indagine la NASA deciderà se lasciare il nome del telescopio così com’è o se cambiarlo.

Tra l’altro venne deciso di chiamarlo James Webb nel 2002, quando il telescopio era nelle prime fasi di sviluppo. Fu una decisione unilaterale da parte dell’ex amministratore della NASA, Sean O’Keefe: in genere si prende il nome degli scienziati per darlo agli apparecchi tecnologici che andranno nello spazio. Webb è morto nel 1992 ed era un burocrate che ricopriva diversi ruoli all’interno dell’Agenzia Spaziale degli Stati Uniti.

James E. Webb. Credit: Wikipedia.

Perché il nuovo telescopio si chiama James Webb

Il nuovo telescopio spaziale James Webb dovrebbe andare a prendere il posto di Hubble, entro la fine di quest’anno. O’Keefe scelse il nome di Webb perché quest’ultimo sosteneva che la NASA avesse nella scienza il suo faro e che nonostante l’ingente budget speso negli anni Sessanta per le missioni Apollo, era un fervido sostenitore dell’esplorazione spaziale. O’Keefe ha anche detto di non essere a conoscenza delle accuse di omofobia nei confronti di Webb, quando ha scelto il nome. Alla fine degli anni Quaranta, Webb iniziò la sua carriera con il governo degli Stati Uniti. In quel periodo molti dipendenti gay e lesbiche furono licenziati per il loro orientamento sessuale. I gay, in quel periodo, erano visti come pervertiti, in un periodo che riecheggiava la “paura rossa” anticomunista. Quattro astronomi sostengono che quando Webb occupava la posizione di Sottosegretario al Dipartimento di Stato, passò una serie di promemoria in cui si discuteva del “problema degli omosessuali e dei pervertiti sessuali”. Si stanno quindi cercando prove dell’effettiva esistenza di questi appunti.

Riferimenti:

Passione Astronomia consiglia...
  • Periodo di prova gratuito ad Amazon Kindle Unlimited grazie a Passione Astronomia clicca qui
  • Lo store astronomico clicca qui

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it