Quattro turisti orbiteranno tre giorni attorno alla Terra con una capsula di SpaceX. Ecco tutto quello che c’è da sapere sulla missione “Inspiration 4”.

Nella notte fra mercoledì 15 e giovedì 16 settembre si scriverà di nuovo la storia con “Inspiration 4”. Per la prima volta in assoluto, infatti, un equipaggio di soli cittadini prenderà il volo verso lo spazio e rimarrà per tre giorni in orbita attorno alla Terra.

L’equipaggio di Inspiration 4: Chris Sembroski, Sian Proctor, Jared Isaacman e Hayley Arceneaux. Credit: Inspiration 4.

Cosa prevede la missione “Inspiration 4”

Inspiration 4 segnerà l’inizio dei viaggi privati con turisti a bordo, per la SpaceX di Elon Musk. Nei mesi scorsi, fra l’altro, altre due aziende, la Blue Origin di Jeff Bezos e la Virgin Galactic di Richard Branson avevano testato questi lanci spaziali con privati cittadini a bordo. A differenza di queste due spedizioni, la Inspiration 4 raggiungerà l’orbita terrestre e i quattro componenti dell’equipaggio resteranno circa tre giorni attorno alla Terra, durante i quali la capsula “Resilience” di Crew Dragon compirà più volte l’orbita attorno al nostro pianeta.

La particolarità che rende spettacolare la capsula è la grande cupola di vetro che ha sostituito l’adattatore sulla punta del veicolo, che veniva precedentemente usato per attraccare sulla Stazione Spaziale Internazionale. Questo consentirà ai turisti di godersi appieno il panorama quando avranno raggiunto l’orbita terrestre.

La Crew Dragon “Resilience” con la grande cupola di vetro. Credit: SpaceX.

L’equipaggio e gli obiettivi della missione

Inspiration 4 è stata finanziata in gran parte dal miliardario Jared Isaacman (38 anni), fondatore e Ceo di Shift4 Payments, un nuovo sistema per gestire i pagamenti elettronici. L’obiettivo principale è raccogliere fondi per l’ospedale pediatrico di Memphis, nel Tennessee. Proprio nei mesi scorsi aveva annunciato di aver donato 100 milioni di dollari e di volerne raccogliere degli altri tramite una raccolta fondi. Tra i donatori è stato sorteggiato un tale che avrebbe dovuto partecipare alla missione. Quest’ultimo, però, ha ceduto il suo “biglietto” ad un amico, Christopher Sembroski. Anch’egli aveva partecipato alla raccolta fondi con una propria donazione.

Gli altri due membri dell’equipaggio sono l’imprenditrice Sian Proctor e un’impiegata proprio dell’ospedale St. Jude, che da giovane ha sofferto di un tumore alle ossa, Hayley Arceneaux.

Riferimenti:

Passione Astronomia consiglia...
  • Periodo di prova gratuito ad Amazon Kindle Unlimited grazie a Passione Astronomia clicca qui
  • Lo store astronomico clicca qui

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it