La Balena, il cui nome latino è Cetus, a sua volta derivato dal greco “ketòs” che significa mostro, è una costellazione che risiede prevalentemente sotto l’equatore celeste. Il periodo più propizio per la sua osservazione nel cielo serale è compreso nei mesi fra settembre e gennaio.

La costellazione Balena, nei pressi delle costellazioni dell’Acquario e dei Pesci, è composta da alcune stelle principali e quella che risulta essere maggiormente famosa è la stella Mira, la prima ad essere stata scoperta. La Balena è quasi una costellazione da primato: è molto estesa, ha ben 8 stelle la cui distanza dal Sole è inferiore a 30 anni luce ed ha altre 7 stelle di dimensione superiore a 50 Soli. È la quarta costellazione più grande della volta celeste dopo l’Idra, l’Orsa Maggiore e la Vergine e nei suoi 1.231 gradi quadrati raccoglie una ventina di stelle per la maggior parte di quarta magnitudine. 

La costellazione della Balena
La costellazione della Balena. Credit: Stellarium

Balena e Andromeda, due costellazioni legate dalla mitologia

La creatura mitologica, rappresentata appunto da tale costellazione, non ha nulla a che vedere con la balena, cioè l’animale marino, poiché si tratta di una creatura composta da diverse parti di animali marini e terrestri. La costellazione appartiene al mito di Perseo e Andromeda, rappresentato insieme a Cefeo e Cassiopea, molto lontano, lungo la calotta celeste settentrionale e immediatamente sotto. La leggenda narra che a far scatenare questo particolare animale feroce, definito appunto come Balena dagli antichi Greci, fu Cassiopea, la moglie del re d’Etiopia Cefeo. La sua grande bellezza, la voglia di mostrare di essere tale al prossimo e soprattutto il suo comportamento arrogante e narcisista, scatenarono le ire del dio del mare Poseidone.

Perseo salva Andromeda

Questi per il fatto che la donna iniziò a vantarsi di essere molto più bella delle dee e soprattutto delle Nereidi, ovvero le ninfe marine figlie di Nereo e Doride, decise di punire la popolazione greca. Cefeo, come vi ho raccontato nel suo mito, per porre fine alla distruzione della sua terra fu costretto a dover accettare di sacrificare sua figlia Andromeda, la quale venne legata ad una scogliera per essere vittima di una delle bestie maggiormente spaventosa degli abissi, ovvero Balena. Si trattava di una creatura per metà composta da parti di animali marini, quali squame e branchi e pinna, e per metà da animali terrestri, ovvero fauci e zampe anteriori. La creatura stava per compiere il suo pasto, quando giunse, in maniera inaspettata, l’eroe Perseo.

La costellazione di Perseo. Credit: Stellarium

Armato di spada Perseo si scagliò con furia su Balena, che venne colpita prima alla spalle e poi in alcuni punti vitali. Ad essergli fatale fu un colpo nella zona del petto, dove risiedevano i suoi organi vitali: dopo aver ucciso la bestia, Perseo liberò la figlia del re e venne festeggiato e ringraziato dai sovrani. Poseidone, invece, deluso e amareggiato per aver perso una delle sue bestie preziose che sempre gli era stata fedele, decise di spedire in cielo Balena, cosa che fece appunto nascere tale costellazione.

La stella Mira A con la sua coda. Credit: NASA

Curiosità sulla costellazione 

La costellazione Balena permise, attorno alla fine del XIV secolo, di rivoluzionare completamente il concetto sull’immobilità dei pianeti e degli astri. A scoprire questa costellazione fu David Fabricius, un astronomo olandese che notò la stella Mira brillare in cielo. Inizialmente tale scoperta non suscitò molto scalpore ma quando lo stesso Fabricius effettuò un controllo ulteriore sui cieli, notò che la posizione della costellazione era leggermente mutata rispetto a qualche tempo prima. Ciò gli fece comprendere che non erano le stelle ed il Sole a muoversi, bensì che fossero i pianeti ad effettuare un movimento nello spazio. Le sue scoperte non vennero ritenute valide: fu solo grazie a Copernico che le scoperte di Fabricius vennero ritenute veritiere. Grazie alla stella Mira è stato quindi possibile cambiare radicalmente il concetto dei movimenti dei pianeti.

Passione Astronomia consiglia...
  • Periodo di prova gratuito ad Amazon Kindle Unlimited grazie a Passione Astronomia clicca qui
  • Lo store astronomico clicca qui
Se vuoi sostenere il nostro lavoro puoi fare una donazione