“Bow shock” è il punto in cui il vento solare viene riscaldato e rallentato dalla magnetosfera di Giove (è analogo a un boom sonico sulla Terra). Ecco la straordinaria ripresa della sonda Juno

La sonda Juno della NASA ha attraversato il confine dell’immenso campo magnetico di Giove. Lo strumento Waves di Juno ha registrato l’incontro nel corso di circa due ore il 24 giugno 2016. “Bow shock” è il punto in cui il vento solare supersonico viene riscaldato e rallentato dalla magnetosfera di Giove. È analogo a un boom sonico sulla Terra. Il giorno successivo, 25 giugno 2016, lo strumento Waves ha assistito all’attraversamento della magnetopausa. La “radiazione continua intrappolata” si riferisce alle onde intrappolate in una cavità a bassa densità nella magnetosfera di Giove. Ecco l’eccezionale ripresa:

Credit: NASA/JPL-Caltech/SwRI/Univ. dell’Iowa

Qualche info su Giove

Giove è il più grande tra gli otto pianeti del sistema solare. Ha una massa che è circa 2 volte la massa di tutti gli altri pianeti messi insieme. E’ un gigante gassoso: è formato principalmente da Idrogeno ed Elio con un nucleo probabilmente roccioso costituito in prevalenza da carbonio e silicati. L’atmosfera gioviana ha molti fenomeni attivi: bande instabili, tempeste (causate da moti convettivi dell’aria umida nella sua atmosfera), cicloni, anticicloni e fulmini. Possiede 79 satelliti naturali dei quali ricordiamo i 4 galileiani come i più importanti: Io, Europa, Callisto e Ganimede. Possiede anche un sistema di anelli scoperti nel 1979 dalla sonda Voyager 1 dopo quelli di Saturno e di Urano: sono costituiti principalmente di polveri, presumibilmente di silicati.

La sonda Juno ci sta regalando immagini mozzafiato

La sonda Juno della NASA, lanciata nell’agosto 2011 ed arrivata nel sistema gioviano nel luglio del 2016, ci sta facendo conoscere Giove in uno modo mai visto prima. Gli obiettivi principali sono:

  • Proprietà strutturali e dinamica del re dei pianeti attraverso misure della massa e del nucleo;
  • Studio del campo gravitazione e del campo magnetico;
  • Analisi approfondita dell’atmosfera gioviana;
  • Studio dei poli in particolare della struttura tridimensionale della magnetosfera.  

Continuate a seguirci per ulteriori aggiornamenti e, nel frattempo, non perdetevi questo sorvolo in altissima definizione di Giove e Ganimede: https://www.passioneastronomia.it/giove-e-ganimede-in-un-video-ottenuto-grazie-alla-sonda-juno/

Immagine di copertina credit NASA

Riferimenti: NASA/JPL

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it