L’agenzia spaziale americana ha stipulato un contratto da 1,15 miliardi di dollari con SpaceX per lo sviluppo di un lander Starship in vista della terza missione con equipaggio sulla Luna.

La NASA ha assegnato 1,15 miliardi di dollari a SpaceX per sviluppare una versione aggiornata del lander Starship. Verrà utilizzato in vista di Artemis III, la terza missione del programma lunare in cui è previsto l’allunaggio di astronauti.

NASA
Come avverrà l’allunaggio con SpaceX. Credit: SpaceX

La NASA sceglie SpaceX per tornare sulla Luna

Già ad aprile del 2021 la NASA aveva annunciato di aver scelto Starship come primo lander lunare con equipaggio, in vista di Artemis III. SpaceX, dunque, farà atterrare gli astronauti vicino al polo sud lunare nell’ambito della terza missione del nuovo programma spaziale. A settembre di quest’anno, tra l’altro, l’agenzia americana aveva pubblicato un altro invito a presentare proposte da altre società, un modo per creare una più ampia collaborazione in vista del ritorno dell’uomo sulla Luna.

Alla fine, però, nella giornata di martedì la NASA ha scelto ufficialmente SpaceX per trasportare i futuri astronauti sulla superficie della Luna nelle missioni Artemis III e IV, che dovrebbero avvenire entro il 2025 e il 2027. Il fondatore di SpaceX, Elon Musk, si è detto molto soddisfatto per la notizia ed è certo di non deludere le aspettative della NASA. SpaceX, fra l’altro, si sta preparando per il grande salto di qualità: entro la fine di quest’anno, infatti, è previsto un primo volo di prova orbitale.

La missione Artemis I è iniziata ieri con il lancio del megarazzo Space Launch System. Se tutto andrà bene, Artemis II invierà una capsula Orion con equipaggio intorno alla Luna nel 2024. Poi sarà la volta di Artemis III, che sfrutterà Starship per effettuare il primo atterraggio lunare con equipaggio, a quasi sessant’anni di distanza dall’ultima missione Apollo nel 1972.

Riferimenti: Space.com

Ciao,

ci auguriamo che l’articolo ti sia piaciuto e abbia soddisfatto le tue aspettative. A Passione Astronomia lavoriamo come abbiamo sempre fatto: cercando di spiegare le cose come stanno e raccontare le storie più interessanti, cercando di coinvolgere e informare le persone perché queste siano più consapevoli. Cercando di fare informazione e di lavorare contro la propaganda vuota o ingannevole di chi non crede nell’autorevolezza della scienza.

Questo lavoro non finisce qui. Anzi, servirà ancora di più, negli anni a venire e servirà farlo con l’aiuto di tutte e di tutti. Puoi abbonarti a Passione Astronomia e contribuire da protagonista a questo progetto.

Abbonati!

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it