La Luna Nuova di questo sabato sarà la più vicina alla Terra dopo 992 anni, sin dai tempi del Medioevo.

Il 21 gennaio 2023, la Luna Nuova sarà alla sua distanza minima dalla Terra negli ultimi 992 anni. La prossima volta che sarà così vicina alla Terra sarà tra ben 345 anni, rendendola quindi la Luna Nuova più vicina in un arco temporale di 1337 anni. L’orbita della Luna attorno alla Terra infatti non è un cerchio perfetto ma ha invece una forma ellittica, un cerchio leggermente allungato. Ciò significa che la distanza tra esse cambia nel corso di un mese.

Il punto dell’orbita della Luna più vicino alla Terra si chiama perigeo e il punto più lontano si chiama apogeo.

Una distanza variabile

Luna
Luna. Credit: Stefano Maraggi

Se il perigeo o l’apogeo coincide con una Luna Nuova o piena, ovvero quando la Terra, la Luna e il Sole sono allineati, le distanze più vicine e più lontane del nostro satellite diventano più estreme. Questo porta ai fenomeni denominati Superlune e Microlune, dove la Luna è particolarmente vicina o lontana.

Ma le distanze più estreme si verificano quando la Terra è vicina al suo punto più vicino al Sole, chiamato perielio, che cade attualmente all’inizio di gennaio. Calcolando la distanza con le misurazione disponibili della posizione della Luna per lunghi periodi di tempo, gli astronomi hanno ricavato i momenti dell’orbita in cui la Luna Nuova è e sarà più vicina in un arco di 2000 anni. I dati utilizzati sono chiamati DE431, un insieme di misurazioni della posizione della Luna che è stato prodotto dal Jet Propulsion Laboratory della NASA.

Di seguito i momenti di maggior vicinanza calcolati negli ultimi 2000 anni:

  • 3 Dicembre 1030 (356.562 km)
  • 21 Gennaio 2023 (356.568 km)
  • 20 Gennaio 2368 (356.559 km)

Purtroppo essendo in fase di Luna Nuova non sarà visibile nel cielo poiché si troverà tra la Terra e il Sole e quindi il suo lato illuminato sarà completamente in ombra.

Riferimenti: TimeAndDate

Se il lavoro che stiamo facendo ti sembra utile puoi decidere di abbonarti a Passione Astronomia. Non possiamo prometterti di scoprire cosa c’era prima del Big Bang. Ma possiamo prometterti che, grazie al tuo contributo, ci saranno gli articoli di Passione Astronomia per seguire e capire meglio l’universo.

Chissà che un paese più informato non sia un paese migliore.

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it