Un segnale proveniente dal centro della Via Lattea sta stuzzicando l’interesse degli scienziati. Di cosa si tratta?

Alla fine del 2021 uno studente rilevò misteriosi segnali provenienti dal profondo della Via Lattea utilizzando il radiotelescopio ASKAP. Gli astronomi sono alla ricerca di ulteriori prove su quale tipo di oggetto potrebbe averli emessi. Queste onde radio non corrispondono a nessun modello di sorgente radio variabile e potrebbero suggerire l’esistenza di una nuova classe di oggetti stellari. “La proprietà più strana di questo nuovo segnale è che ha una polarizzazione molto elevata. Ciò significa che la sua luce oscilla in una sola direzione, ma quella direzione cambia nel tempo”, ha affermato Ziteng Wang, autore principale dello studio. “Anche la luminosità dell’oggetto varia notevolmente, si accende e si spegne apparentemente in modo casuale. Non abbiamo mai visto niente del genere”.

Cosa potrebbe aver emesso queste onde radio

“All’inizio pensavamo che potesse trattarsi di una pulsar – un tipo molto denso di stella morta che ruota a velocità elevatissime su se stessa – oppure un tipo di stella che emette enormi brillamenti solari. Ma i segnali provenienti da questa nuova fonte non corrispondono a ciò che ci aspettiamo da questo tipo di oggetti celesti”, ha detto Wang.

Le osservazioni

La professoressa Murphy dell’Istituto di Astronomia di Sydney ha dichiarato: “Abbiamo osservato il cielo con ASKAP per trovare nuovi oggetti insoliti nell’ambito di un progetto chiamato VAST, per tutto il 2020 e il 2021. Guardando verso il centro della Galassia, abbiamo scoperto ASKAP J173608.2-321635, questo l’impronunciabile nome affibbiato all’oggetto. Inizialmente invisibile, divenne luminoso, svanì e poi riapparve. Questo comportamento fu straordinario”. Dopo aver rilevato sei segnali radio dalla stessa sorgente nell’arco di nove mesi nel 2020, gli astronomi hanno poi cercato di trovare l’oggetto nello spettro visibile. Non hanno trovato nulla. Si sono quindi rivolti al radiotelescopio Parkes ma ancora una volta non sono riusciti a rilevare la sorgente.

Cosa sono i Transitori Radio del Centro Galattico

Ziteng Wang

Murphy ha dichiarato: “Abbiamo quindi provato il radiotelescopio MeerKAT (più sensibile) che si trova in Sud Africa. Poiché il segnale era intermittente, lo osservavamo per 15 minuti ogni poche settimane, sperando di vederlo di nuovo. “Fortunatamente, il segnale è tornato, ma abbiamo scoperto che il comportamento della sorgente era radicalmente cambiato: la sorgente è scomparsa in un solo giorno, anche se era durata per settimane nelle nostre precedenti osservazioni con ASKAP.” “Le informazioni che abbiamo hanno alcune somiglianze con un’altra classe di oggetti misteriosi noti come Transitori Radio del Centro Galattico: si tratta di sorgenti radio a luce rapida che si illuminano e decadono vicino al centro della Via Lattea, in genere nel giro di poche ore. Finora sono stati confermati solo tre Gcrt e tutti appaiono e scompaiono molto più rapidamente di quanto non faccia Askap J173608.2-321635.

Fonte