Un brillamento solare particolarmente forte avrebbe provocato diversi blackout radiofonici in Asia e Australia, il 25 aprile. Ecco cosa è successo.

Il Sole continua ad essere molto attivo. Secondo il portale spaceweather.com, una macchia solare sarebbe esplosa emettendo due bagliori di classe M1, lo scorso 25 aprile. Gli effetti di questo fenomeno si sono visti soprattutto in Asia e in Australia, dove ci sono stati diversi blackout e comunicazioni radio interrotte.

I brillamenti solari sono eruzioni di radiazioni elettromagnetiche. Bagliori di classe M hanno dimensioni moderate, ma possono comunque interrompere diverse radiofrequenze e talvolta esporre gli astronauti a livelli di radiazioni più alti del solito.

Sole
Il Sole ha emesso un doppio bagliore nella giornata di lunedì 25 aprile 2022. Credit: Space Weather Prediction Center/NOAA

Gli effetti dell’attività del Sole sulla Terra

Il fisico Dean Pesnell della NASA ha detto che la macchia solare identificata come AR2993 è di “dimensioni mediocri”, ma grande centinaia di milioni di chilometri quadrati. Pensate che la Terra sarebbe l’equivalente di un uovo dentro al nido, se paragonata alla regione del Sole dove si è verificato il fenomeno.

Le macchie solari sono regioni della nostra stella in cui il campo magnetico è molto più forte, rispetto alle aree circostanti. Queste forze magnetiche bloccano il flusso di gas dall’interno del Sole, rendendo queste zone molto più fredde. I bagliori solari si verificano quando le linee del campo magnetico vicino alle macchie solari “esplodono”. A volte queste eruzioni di radiazioni innescano anche quelle che gli scienziati chiamano esplosioni di massa coronale, ovvero espulsioni di plasma dalla superficie del Sole.

Questi grandi bagliori solari possono innescare splendide aurore negli emisferi terrestri, più a sud rispetto a quanto non si verifichino di solito. In pratica le particelle solari interagiscono con i campi magnetici che circondano la Terra, eccitando letteralmente le molecole d’aria presenti nell’alta atmosfera e provocando l’emissione di fotoni. Il risultato? I nostri cieli, a certe latitudini, si colorano di verde, blu e rosa.

Riferimenti: https://www.livescience.com/sun-double-solar-flare-april

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it