SpaceX e NASA hanno lanciato in orbita quattro astronauti il 16 novembre insieme ad un ospite gradito, Baby Yoda. Scopriamo il perché

Per dare il via alla missione Crew-1, il razzo Falcon 9 è stato lanciato il 16 novembre alle 01:27 dalla piattaforma di lancio a Kennedy Space Center della NASA in Florida. Il razzo ha spinto in orbita una nuova navicella spaziale Crew Dragon, che trasportava gli astronauti della NASA Mike Hopkins, Victor Glover e Shannon Walker e Soichi Noguchi dell’Agenzia di esplorazione aerospaziale giapponese. Ma l’equipaggio ha portato con sé un amico. “Abbiamo Baby Yoda a bordo che cerca di prendere posto in questo momento“, ha detto Leah Cheshier, specialista in comunicazioni della NASA, nel livestream dell’agenzia durante la missione.

Baby Yoda
Il peluche. Credit: SpaceX

Indicatore di gravità

Il peluche era visibile mentre galleggiava nella cabina dell’astronave Crew Dragon mentre orbitava intorno alla Terra. Baby Yoda, un personaggio dello spettacolo Disney Plus “The Mandalorian“, porta avanti una tradizione in cui le capsule portano con sé dei peluche come “indicatori di gravità zero“.

Baby Yoda
Baby Yoda
https://amzn.to/2UzpmHN

Una volta che i giocattoli iniziano a galleggiare, gli astronauti sapranno che il veicolo spaziale ha raggiunto la microgravità con effetti simili alla gravità zero. Gli astronauti della NASA Bob Behnken e Doug Hurley durante il volo Demo-2 portarono un dinosauro di peluche come indicatore: la prima missione umana di SpaceX.

Riferimenti:

Passione Astronomia consiglia...
  • Periodo di prova gratuito ad Amazon Kindle Unlimited grazie a Passione Astronomia clicca qui
  • Lo store astronomico clicca qui
Se vuoi sostenere il nostro lavoro puoi fare una donazione