Dopo aver esplorato Marte per più di un anno, la sonda cinese Tianwen-1 ha raccolto foto che coprono l’intera superficie del Pianeta Rosso. Eccole.

La sonda spaziale cinese Tianwen-1, composta da sei veicoli separati, ha fotografato tutta la superficie di Marte. A renderlo noto l’Agenzia Spaziale Cinese, che ha sottolineato come in poco più di un anno siano stati raggiunti risultati sorprendenti sull’esplorazione del Pianeta Rosso. La sonda è composta da un orbiter, due fotocamere, un lander, una videocamera da remoto e il rover Zhurong. Le foto sono state scattate dall’orbiter, che ha fatto 1.344 volte il giro del pianeta per fotografarlo da ogni angolazione.

marte
Una delle foto scattate dalla Tianwen-1. Credit: CNSA

Tianwen-1, completata la prima parte della missione

Lanciata il 23 luglio 2020, la Tianwen-1 è una delle missioni più ambiziose a livello spaziale per la Cina. La sua particolarità è che la Cina, durante la pandemia, stava provando a diventare la prima nazione a inviare e far atterrare con successo un orbiter e un rover su Marte al primo tentativo. Una vittoria definita “storica” in patria, quella di Tianwen-1. Prima di questa missione, l’unica che era riuscita a inviare con successo un orbiter e un lander su Marte era stata la NASA con le missioni Viking, nel 1975.

Durante la sua permanenza sul Pianeta Rosso, Tianwen-1 ci ha fatto vedere Marte come mai prima d’ora. Dune di sabbia, grandi crateri vulcanici, da impatto e perfino il ghiaccio del polo nord. Mentre l’orbiter catturava questi incredibili dettagli, Zhurong raccoglieva dati e informazioni sulla struttura geologica, l’atmosfera e il suolo di Marte. Nel complesso la sonda ha racimolato 1.040 gigabyte di dati scientifici grezzi, elaborati dagli scienziati sulla Terra e consegnati ai ricercatori per ulteriori studi e approfondimenti.

Le dune di sabbia su Marte. Credit: CNSA
Il polo nord marziano. Credit: CNSA

Riferimenti: Universe Today

Se il lavoro che stiamo facendo ti sembrerà utile, per te e per tutti, potrai anche decidere di esserne partecipe e di abbonarti a Passione Astronomia. Non possiamo prometterti di scoprire cosa c’era prima del Big Bang. Ma possiamo prometterti che con il tuo aiuto ci saranno gli articoli di Passione Astronomia per seguire e capire meglio l’universo.

Chissà che un paese più informato non sia un paese migliore.

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it