Le prime stelle apparse nell’universo sono sempre sfuggite agli astronomi, una nuova ricerca potrebbe averle scoperte in una galassia nana

La nascita delle stelle

Nell’universo i luoghi di nascita delle stelle sono nubi di gas e polvere, centinaia di volte più grandi del nostro sistema solare. Queste nebulose possono essere formate in vari modi e sono spesso il materiale residuo di una stella precedente che ha concluso la sua esistenza trasformandosi in una violenta esplosione denominata supernova.

Le stelle in base alla loro composizione possono essere classificate in diverse popolazioni: le stelle di Popolazioni I: sono giovani stelle ricche di metalli (i “metalli” qui sono elementi più pesanti dell’elio). Quelle di Popolazione II, invece, sono povere di metalli ed hanno iniziato a formarsi presto, quando l’universo quando aveva solo pochi miliardi di anni. Infine quelle di Popolazione III, sono estremamente luminose e calde, non contengono quasi nessun metallo.

Scultore
Una foto della Galassia Nana Scultore catturata dall’Osservatorio di La Silla dell’ESO in Cile. Credit: ESO

Composte solo da idrogeno, e si sono formate nelle prime fasi dell’universo. Quest’ultime rappresentano alcune delle prime stelle formatesi dopo il Big Bang. Potrebbero fornire nuove intuizioni su com’era il nostro universo quando aveva solo 800 milioni di anni. Le stelle di Popolazione III per ora sono state ipotizzate, non ancora osservate. Un team di astronomi dell’università di Firenze sta andando vicino all’osservazione di queste meraviglie cosmiche.

Gli Studi

La stella AS0039 è stata scoperta nella galassia nana dello Scultore nell’ambito di un’ampia indagine condotta dall’Osservatorio europeo. Dalle analisi sulla composizione della stella, hanno determinato che AS0039 ha pochissimi metalli, ed è diversa dalle altre stelle povere di metalli perché è particolarmente carente di carbonio e magnesio, che si formano per fusione nucleare in stelle massicce.  Queste sono tutte caratteristiche che riconducono ad un’ipernova, gigantesca esplosione che ci riconduce alla formazione dell’universo. gli autori hanno determinato che AS0039 è probabilmente nato dal materiale rimasto dopo che una stella con una massa 21 volte superiore al Sole è esplosa come un’ipernova.  Questa scoperta fornisce un collegamento tra l’attuale generazione di stelle e i loro sfuggenti antenati popolazione III.

Riferimenti:

Passione Astronomia consiglia...
  • Periodo di prova gratuito ad Amazon Kindle Unlimited grazie a Passione Astronomia clicca qui
  • Lo store astronomico clicca qui

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it