Analizziamo le caratteristiche di questa stella e perché potrebbe essere pericolosa per il nostro pianeta.

WR 104 è una stella di tipo Wolf-Rayet (stella massiccia di almeno 20 masse solari alla loro nascita, molto evolute, che perdono massa, circa 10^-5 masse solari in un anno, a ritmi elevati per mezzo di venti stellari molto intensi e veloci ,fino a oltre 2 000 km/s). E’situata a circa 8000 anni luce dalla Terra, nella costellazione del Sagittario. WR 104 è in realtà un sistema binario composto da due stelle che ruotano vorticosamente l’una di fianco all’altra.

Immagine di WR104. Credit: Télescope Keck – APOD NASA

Cos’è un lampo gamma?

Partiamo dalla definizione di Lampi Gamma o GRB. Sono radiazioni elettromagnetiche con un’energia inaudita (anche oltre 100.000 supernovae di tipo 2) che possono durare da pochi millisecondi a svariati minuti. Queste potenti esplosioni costituiscono il fenomeno più energetico finora osservato nell’Universo. I GRB sono fenomeni abbastanza frequenti: sono imprevedibili, del tutto casuali e la loro distribuzione nel cielo non è uniforme. Il lampo gamma più lontano finora osservato, denominato GRB 090423, è avvenuto ad una distanza di oltre 13 miliardi di anni luce dalla Terra.

Vediamo come si formano

Queste emissioni di raggi gamma sono generate dall’accrescimento di materia su un buco nero (secondo le ultime teorie). I fenomeni che possono innescare questo sistema buco nero/disco di accrescimento sono svariati (ne indico due):

  • il collasso gravitazionale di stella molto massiccia e rotante
  • ‘l’unione’ di due stelle di neutroni o di una stella di neutroni ed un buco nero.
Rappresentazione di un GRB. Credit: European Space Agency – ESA

Ma perché potrebbe essere pericoloso per la Terra?

Torniamo a WR 104: essa è destinata a esplodere in una supernova entro breve periodo (magari già è accaduto). Molto probabilmente genererà un devastante lampo gamma e secondo alcuni astronomi potrebbe essere potenzialmente pericolosa per la vita sulla Terra. Alcune misurazioni indicano che l’asse di rotazione di WR 104 è allineato in direzione del sistema solare. Se ciò accadesse, il lampo gamma riuscirebbe a spazzare via circa il 25 % dell’atmosfera, anche ad una distanza di 8000 anni luce, con effetti devastanti per il nostro pianeta. Ovviamente non è possibile stabilire il momento esatto dell’esplosione, come non è nemmeno possibile stabilire con certezza se il potenziale lampo gamma possa davvero colpirci. Infatti secondo altri studi, l’asse della stella è inclinato di circa 30° rispetto alla Terra. In questo caso la Terra non sarebbe colpita dal lampo gamma se l’esplosione della supernova dovesse produrlo. Sta di fatto che probabilmente questa supernova genererà, anche se per poco tempo, una nuova luce nei nostri cieli.

Passione Astronomia consiglia...
Grande guida dell’astronomia. Pianeti, stelle, costellazioni, galassie. Viaggio nell’universo tra scienza e suggestione clicca qui
Se vuoi sostenere il nostro lavoro puoi fare una donazione