La Axiom Space ha testato le nuove tute spaziali che saranno utilizzate dagli astronauti durante la missione Artemis III.

Nell’ambito della campagna Artemis della NASA, l’agenzia sta lavorando per far atterrare gli astronauti sulla superficie lunare durante la missione Artemis III, gettando le basi per una presenza umana a lungo termine sulla Luna a beneficio di tutti. Quando gli astronauti di Artemis muoveranno i primi passi vicino al Polo Sud della Luna, indosseranno una tuta spaziale sviluppata da Axiom Space. Da quando la NASA ha selezionato l’azienda per fornire la tuta spaziale e i sistemi di supporto per Artemis III, Axiom Space ha continuato a progredire nella progettazione e le tute nuove spaziali sono state verificate e testate

È nato il canale WhatsApp di Passione Astronomia! Iscriviti per ricevere tutti i nostri aggiornamenti

Simulazioni sul campo

Tuta spaziale
Un ingegnere spaziale di Axiom che indossa la tuta spaziale AxEMU (Axiom Extravehicular Mobility Unit) si inginocchia per raccogliere campioni lunari simulati utilizzando uno scoop durante i test presso il Johnson Space Center della NASA. Credit: Axiom Space

Alla fine del 2023, i soggetti dei test della NASA e di Axiom Space hanno indossato la tuta spaziale lunare di nuova generazione durante i test presso il Johnson Space Center della NASA a Houston, dove hanno eseguito una serie di compiti di manovrabilità che saranno richiesti durante le passeggiate sulla luna, come chinarsi per raccogliere campioni e l’utilizzo di strumenti di geologia lunare.

Axiom Space continuerà a testare la tuta spaziale lunare in strutture come il Neutral Buoyancy Laboratory della NASA, una delle piscine coperte più grandi del mondo in grado di simulare un ambiente a gravità parziale, mentre l’azienda lavora per finalizzare il design della tuta spaziale. Questi test sono fondamentali per garantire che la tuta spaziale sia efficace e conforme ai requisiti di sicurezza e di prestazioni richiesti dalla NASA. 

Attraverso Artemis, la NASA farà atterrare la prima donna, la prima persona di colore, e il suo primo astronauta partner internazionale sulla superficie della Luna, aprendo la strada a una presenza lunare a lungo termine e fungendo da trampolino di lancio per inviare i primi astronauti sulla Luna. Marte. Attualmente la missione Artemis II prevede l’invio verso la Luna della navicella Orion con il nuovo sistema di lancio SLS con a bordo 3 astronauti per un sorvolo lunare e rientro, è stata posticipata a settembre 2025 per risolvere alcuni problemi di sicurezza relativi allo scudo termico.

Se sei arrivato fin qui è perché hai ritenuto il nostro articolo degno di essere letto fino alla fine. Da sempre Passione Astronomia prova a costruire, attraverso la divulgazione scientifica, una comunità di persone più informate e consapevoli. È anche il motivo per cui abbiamo deciso di scrivere un libro dedicato all’astronomia. È scritto in modo chiaro e semplice, proprio perché per noi la divulgazione deve essere accessibile a tutti. Lo trovi qui.

Fonte: NASA