Tutti i pianeti, le stelle, le nebulose e gli ammassi stellari che possiamo osservare nel cielo fanno parte di un grande agglomerato di stelle chiamato Via Lattea o Galassia in ambienti astronomici

Una delle regole auree dell’Universo afferma che la materia ha la tendenza a stare assieme. La forza di gravità, che è sempre attrattiva, ha un raggio d’azione grandissimo. Di conseguenza, è solo una questione di tempo prima che gas e stelle trovino il modo di aggregarsi. Le galassie rappresentano l’emblema della voglia di avere amici da parte di tutti i corpi celesti. Tutti i pianeti, le stelle, le nebulose e gli ammassi stellari che possiamo osservare nel cielo fanno parte di un grande agglomerato di stelle chiamato Via Lattea o Galassia in ambienti astronomici.

Immagine dell'ammasso di galassie Abell 3827 presa da Hubble
Immagine dell’ammasso di galassie Abell 3827 ripresa dal telescopio spaziale Hubble.
Credit: ESO

Oggetti straordinari

Una galassia può essere immaginata quindi come una gigantesca struttura composta da centinaia di miliardi di corpi celesti che ruotano tutti attorno al centro. Oltre il 90% della materia appartiene a qualche galassia sparsa nell’Universo. Proprio come i pianeti che ruotano attorno al Sole posto nel
centro, allo stesso modo stelle, ammassi stellari, gas e polveri ruotano attorno al centro delle galassie, contenente una massa di milioni o miliardi di volte superiore a quella della nostra stella. Le dimensioni delle galassie variano. La Via Lattea, una delle più grandi che si conoscano, ha la forma di un disco sottile, di spessore medio pari a 1000 anni luce, ma con un diametro di ben 100.000 anni luce!

Galassia di Andromeda
La Galassia di Andromeda. Credit: NASA/HST

Sono enormi!

Nell’Universo esistono galassie ancora più grandi. Un esempio è M87, nella costellazione della Vergine, il cui diametro sfiora un milione di anni luce!
Se le dimensioni sono impressionanti, ancora più sorprendente risulta essere lo spazio che separa due galassie, in media qualche milione di anni luce! Gli spazi intergalattici sono sicuramente i luoghi più vuoti, freddi e bui dell’Universo.

Via Lattea
Via Lattea. Credit: Daniele Gasparri

Immaginiamoci per un momento di trovarci a metà strada tra la Via Lattea e Andromeda, a oltre 1 milione di anni luce dalla stella più vicina. Il cielo è completamente scuro, non ci sono stelle, solamente due piccoli aloni indistinti: la nostra galassia da una parte e Andromeda dall’altra. Il buio è completo, la solitudine e il senso di inquietudine ai massimi livelli. È come trovarsi su una piccola zattera senza luce in mezzo all’oceano Pacifico in una notte completamente nuvolosa che cancella il chiarore delle stelle, solamente che la nostra casa non la raggiungeremo, nella migliore delle ipotesi, non prima di un milione di anni.

Articolo scritto in collaborazione con Daniele Gasparri: https://www.astroatacama.com/

Passione Astronomia consiglia...
  • Periodo di prova gratuito ad Amazon Kindle Unlimited grazie a Passione Astronomia clicca qui
  • Lo store astronomico clicca qui

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it