Un guasto all’oleodotto ha fatto riversare quasi 500mila litri di petrolio al largo della costa dell’Orange County, creando una chiazza nera che sta uccidendo piante e animali marini.

È uno degli eventi più disastrosi degli ultimi decenni. Nella notte fra sabato e domenica, in California, quasi 500mila litri di petrolio sono fuoriusciti dalle tubature di un oleodotto sottomarino che collegava una piattaforma petrolifera alla terraferma. In poche ore la grande chiazza nera ha raggiunto le coste dell’Orange County, decimando pesci e uccelli e minacciando le vicine riserve naturali.

Il petrolio che si è riversato sulla sabbia ad Huntington Beach, in California. Credit: Mario Tama

Cosa ha causato la perdita di petrolio in California

La Guardia Costiera americana ha detto che la perdita si è verificata a circa 6 km dalla costa dell’Orange County a causa della rottura di una delle tubature che collegano l’oleodotto ad una piattaforma petrolifera. La chiazza nera è grande circa 34 chilometri quadrati (all’incirca la superficie di Bergamo) e ha raggiunto varie spiagge, tra cui Huntington Beach e Newport Beach.

Una squadra di addetti ha montato una barriera galleggiante con l’intento di fermare l’avanzata del petrolio. L’obiettivo è evitare che anche altre riserve naturali (come la vicina Talbert Marsh) possano essere contaminate. Non si sa per quale motivo si sia rotta la tubatura. Secondo le prime indiscrezioni si ritiene sia stata danneggiata dall’ancora di una nave mercantile. Ma non è la prima volta che in California accadono disastri ambientali di questo tipo.

Huntington Beach, California. Credit: Mario Tama

Riferimenti:

Passione Astronomia consiglia...
  • Periodo di prova gratuito ad Amazon Kindle Unlimited grazie a Passione Astronomia clicca qui
  • Lo store astronomico clicca qui

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it