La NASA ha annunciato la morte dell’astrofisico Eugene Parker, visionario dell’eliofisica. La sonda Parker Solar Probe per l’analisi del Sole e del vento solare porta il suo nome

Da giovane il Professor Parker all’Università di Chicago (a metà degli anni ’50 sviluppò una teoria matematica che prevedeva il vento solare, il costante deflusso di materiale solare dal Sole. Durante la sua carriera, Parker ha rivoluzionato il campo più e più volte, avanzando idee che hanno affrontato le domande fondamentali sul funzionamento del nostro Sole e delle stelle in tutto l’universo.

Siamo rattristati nell’apprendere la notizia che una delle grandi menti e leader scientifici del nostro tempo è passata. I contributi del Dott. Eugene Parker alla scienza e alla comprensione di come funziona il nostro universo toccano molto di ciò che facciamo qui alla NASA. L’eredità del Dr. Parker vivrà attraverso le numerose missioni NASA attive e future che si basano sul suo lavoro“. Queste le parole dell’amministratore della NASA Bill Nelson.

Eugene Parker
Il Dott. Eugene Parker. Credit: NASA/Jean Lachat

Nel 2018, Parker è stata la prima persona ad assistere al lancio della sonda che porta il suo nome. La sonda solare Parker della NASA continua la sua missione oggi alla ricerca delle domande che Parker aveva immaginato per la prima volta più di mezzo secolo fa. “Sono stato onorato di essere al suo fianco al lancio di Parker Solar Probe e mi è piaciuto poter condividere con lui tutti gli entusiasmanti risultati scientifici, vedendo il suo viso illuminarsi con ogni nuova immagine e traccia di dati che gli ho mostrato. Mi mancherà sinceramente la sua eccitazione e il suo amore per Parker Solar Probe. Anche se il dottor Parker non è più con noi, le sue scoperte e la sua eredità vivranno per sempre“. ha affermato Nicola Fox, direttore della divisione di eliofisica presso la sede della NASA a Washington.

Lo scorso dicembre, un video storico: la sonda Parker Solar Probe ha attraversato la corona solare! La Parker Solar Probe ha sorvolato strutture chiamate ‘coronal streamers’ (visibili dalla Terra soltanto durante le eclissi di Sole). Queste strutture possono essere viste come caratteristiche luminose che si muovono verso l’alto e verso il basso. Sono visibili in questo video ottenuto grazie allo strumento WISPR (Wide-field Imager for Parker Solar Probe) della sonda. Tale visione è stata possibile perché la navicella è passata praticamente nel mezzo (è stato un sorvolo veloce dello scorso Agosto con una temperatura superiore a 1000 °C del tutto sopportabili da parte della sonda a circa 11 milioni di km dal Sole). Si tratta, senza dubbio alcuno, di un passo estremamente importante a livello scientifico: gli scienziati, difatti, potranno studiare ulteriormente e meglio la nostra stella vitale avendo a disposizione ulteriori informazioni fornite dalla sonda. Ecco il video:

Ecco il video della sonda

Buon viaggio Professor Parker! Approfondimento sulla missione a questo articolo: https://www.passioneastronomia.it/sole-e-storia-un-veicolo-spaziale-tocca-la-nostra-stella/

Fonte: NASA

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it