Dopo aver completato con successo il suo 21° volo, l’elicottero Ingenuity della NASA continuerà il supporto alla missione Perseverance.

La NASA ha esteso le operazioni di volo dell’elicottero Ingenuity Mars fino a settembre. Nei prossimi mesi, il primo velivolo della storia ad operare dalla superficie di un altro pianeta supporterà l’imminente campagna scientifica del rover Perseverance nell’antico delta del fiume del cratere Jezero. Lungo la strada, Ingenuity continuerà a testare le proprie capacità per supportare la progettazione di futuri veicoli aerei su Marte.

L’annuncio arriva sulla scia del 21° volo di successo dell’aeromobile, il primo di almeno tre necessari affinché l’elicottero attraversi la parte nord-ovest di una regione nota come Séítah e raggiunga la sua successiva area di sosta.

Questa immagine raffigura i voli – e le due differenti rotte- che l’elicottero Ingenuity Mars della NASA potrebbe intraprendere nel suo viaggio verso il delta del cratere Jezero. Credits: NASA/JPL-Caltech/Università dell’Arizona/USGS

Nuove esplorazioni

La nuova area di operazioni di Ingenuity è completamente diversa dal terreno modesto e relativamente piatto su cui ha effettuato il suo primo volo nell’aprile del 2021. Largo diverse miglia e formato da un antico fiume, il delta a forma di ventaglio si eleva per oltre 40 metri sopra il fondo del cratere. Pieno di scogliere frastagliate, superfici inclinate, massi sporgenti e sacche piene di sabbia che potrebbero ostacolare un rover (o capovolgere un elicottero all’atterraggio), il delta promette di contenere numerose rivelazioni geologiche, forse anche le prove necessarie a determinare se la vita microscopica sia esistita su Marte miliardi di anni fa.

Una volta raggiunto il delta, il primo ordine di Ingenuity sarà quello di aiutare a determinare quale dei due canali fluviali asciutti dovrebbe impiegare Perseverance quando è il momento di salire in cima al delta. Insieme all’assistenza al percorso, i dati forniti dall’elicottero aiuteranno il team di Perseverance a valutare i potenziali obiettivi scientifici. Ingenuity potrà anche essere impiegato a fotografare le caratteristiche geologiche lontane (o al di fuori della zona attraversabile del rover), o cercare zone di atterraggio e siti di stoccaggio per il programma Mars Sample Return.

La campagna del delta del fiume Jezero sarà la sfida più grande che il team di Ingenuity dovrà affrontare dal primo volo su Marte e per aumentare le probabilità di successo, il JPL ha aumentato le dimensioni del team e sta apportando aggiornamenti al software di volo volti a migliorare la flessibilità operativa e la sicurezza.

Voli più alti

Molti di questi aggiornamenti hanno portato a una riduzione degli errori di navigazione durante il volo, il che aumenta la sicurezza sia del volo che dell’atterraggio. Una recente modifica del software ha liberato Ingenuity dall’altitudine massima di 15 metri. I guadagni di altitudine potrebbero comportare aumenti incrementali sia della velocità dell’aria che della portata. Un secondo aggiornamento consentirà a Ingenuity di cambiare la velocità durante il volo mentre un altro gli permetterà di comprendere meglio e di adattarsi ai cambiamenti nel terreno quando è in aria.

Il nono volo di Ingenuity su Marte. Credits: NASA/JPL-Caltech

I futuri aggiornamenti del software potrebbero includere l’aggiunta di mappe di elevazione del terreno nei dati di navigazione e una capacità di prevenzione dei rischi di atterraggio.

Prima che la ricognizione aerea del delta possa iniziare, Ingenuity dovrà completare il suo viaggio attraverso l’area. Previsto non prima del 19 marzo, il prossimo volo di Ingenuity sarà un viaggio complesso, lungo circa 350 metri, che include una curva stretta nel suo percorso per evitare una grande collina. Successivamente, la squadra determinerà se saranno necessari altri due o tre voli per completare la traversata del nord-ovest della Séítah.

Il primo volo sperimentale su un altro mondo ha avuto luogo il 19 aprile 2021 ed è durato 39,1 secondi. Dopo altri quattro voli, per un totale di sei minuti in aria percorrendo una distanza totale di 499 metri, la NASA ha trasformato Ingenuity in una fase di dimostrazione delle operazioni, testando la sua capacità di fornire supporto aereo alla missione Perseverance.

Con il completamento del 21° volo, il velivolo ha registrato oltre 38 minuti di volo e ha viaggiato per 4,64 chilometri. Man mano che Ingenuity si spinge sempre più in un territorio inesplorato, questi numeri aumenteranno inevitabilmente ed è molto probabile che i precedenti record verranno superati.

Riferimenti: NASA JPL

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it