È la grandezza fisica nella quale si concepisce e si misura il trascorrere degli eventi. Ecco chi ha inventato il concetto di tempo e perché si è deciso di misurarlo.

Cos’è il tempo? È una delle domande che ci si pone più di frequente, anche perché nessuno è ancora riuscito a comprendere appieno la sua essenza. Nella nostra quotidianità coincide con la consapevolezza del trascorrere degli eventi, ma la sua misurazione è solo una convenzione degli esseri umani per distinguere fra passato, presente e futuro. E, perché no: per scandire ogni fase della nostra vita.

Tempo
Gli attori Matthew McConaughey e Mackenzie Foy in una scena del film “Interstellar”. Credit: Warner Bros.

Chi lo ha organizzato e quando è iniziato

Si ritiene furono i babilonesi a organizzare il tempo per come lo conosciamo. Già all’epoca la divisione dell’anno era di dodici mesi (in base alle fasi lunari), perciò risultò loro logico dividere il giorno e la notte in dodici fasi di luce e dodici di buio. Sempre i babilonesi, secondo gli studiosi, divisero queste ventiquattro fasi (ore) in sessanta minuti e sessanta secondi. Il motivo? Sessanta era il numero più grande a cui i babilonesi avevano dato un nome (sistema sessagesimale).

Ma a cosa ci riferiamo quando parliamo di trascorrere del tempo? Si è soliti porre l’inizio di tutto dal momento in cui ha avuto origine l’universo. Nessuno, però, sa dire con certezza se esistesse qualcosa, prima del Big Bang. In effetti, se ci pensate, non ha senso parlare di un PRIMA, poiché lo stato della materia prima del Big Bang non è descrivibile in termini fisici, trovandosi in quella che gli scienziati chiamano singolarità. In una singolarità lo spazio è talmente compresso che il tempo curva su se stesso: pertanto, alle origini dell’universo non scorre, ma nasce proprio con l’esplosione della singolarità.

Dal punto di vista scientifico il tempo è una grandezza fisica fondamentale. Con la teoria della relatività, Albert Einstein distrusse la concezione assoluta dello scorrere del tempo e capì che spazio e tempo erano strettamente connessi. Per lui è un intervallo fra due eventi relativo al riferimento spaziale degli osservatori. Ecco perché parliamo di spazio-tempo.

Tempo
Il tempo è iniziato con il Big Bang. Credit: NASA

Riferimenti:

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it