I dati raccolti dalla sonda Juno nell’ultimo sorvolo sembrano essere intatti dopo alcuni problemi riscontrati alla memoria.

Lo scorso 14 Dicembre la navicella spaziale Juno della NASA ha completato il suo 47esimo passaggio ravvicinato di Giove. Dopo il sorvolo, i tecnici hanno iniziato le operazioni di recupero dei dati raccolti ma sono incappati in un problema. La memoria sulla quale i dati erano stati scritti è risultata non accessibile.

Il problema è stato molto probabilmente causato da un picco di radiazioni che ha colpito la sonda Juno mentre volava attraverso una porzione ad alta intensità di radiazioni della magnetosfera di Giove.

Situazione sotto controllo

Rappresentazione artistica della sonda Juno sopra il polo sud di Giove. Credit: NASA/JPL-Caltech

I controllori di missione dopo diversi tentativi di accesso alla memoria hanno deciso di riavviare il computer di bordo e, il 17 dicembre, hanno messo il veicolo spaziale in modalità provvisoria, uno stato precauzionale in cui operano solo i sistemi essenziali.

A partire dal 22 dicembre, il riavvio e le procedure messe in atto per recuperare i dati flyby hanno prodotto risultati positivi e il team sta ora effettuando il downlinking dei dati scientifici. Attualmente non vi è alcuna indicazione che i dati scientifici nel periodo di massimo avvicinamento a Giove, o dal sorvolo della navicella spaziale della luna di Giove Io, siano stati danneggiati.

APPROFITTA DEGLI ULTIMI GIORNI PER REGALARE A NATALE UNA MEMBERSHIP A PASSIONE ASTRONOMIA! QUEST’ANNO SOTTO L’ALBERO POTREBBE ESSERCI LA SCIENZA!

Il resto dei dati scientifici raccolti durante il sorvolo dovrebbe essere inviato sulla Terra durante la prossima settimana e il controllo complessivo dei dati sarà verificato una volta terminato il download.

La sonda Juno dovrebbe quindi uscire dalla modalità provvisoria tra circa una settimana e il prossimo sorvolo di Giove sarà il 22 gennaio 2023.

Riferimenti: NASA\JPL

Se sei arrivato fin qui è perché hai ritenuto il nostro articolo degno di essere letto fino alla fine. Da sempre Passione Astronomia prova a costruire, attraverso la divulgazione scientifica, una comunità di persone più informate e consapevoli. È anche il motivo per cui abbiamo deciso di scrivere un libro dedicato all’astronomia. È scritto in modo chiaro e semplice, proprio perché per noi la divulgazione deve essere accessibile a tutti. Lo trovi qui.

Grazie!

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it