Fondamentale per la vita sul nostro pianeta, la Luna da sempre ha attirato il genere umano ed il suo fascino ha ispirato generazioni di poeti

L’oggetto più luminoso e più grande nel nostro cielo notturno è la Luna. Essa è fondamentale per la vita sulla Terra: controllando l’oscillazione dell’asse del nostro pianeta rende il clima relativamente stabile. Causa anche le maree, creando un “ritmo” che ha guidato il genere umano per migliaia di anni. La Luna è l’unico posto, oltre la Terra, in cui l’uomo ha “messo piede” finora (grazie al Programma Apollo). E’ l’unico satellite naturale ad essere chiamata semplicemente “la Luna” perché l’esistenza di altre lune era sconosciuta fino a quando Galileo Galilei non scoprì quattro satelliti in orbita attorno a Giove nel 1610.

Impronta di Buzz Aldrin, missione Apollo 11. Credit: NASA

Dimensioni, distanza, orbita e rotazione

Con un raggio di 1.737 chilometri, la Luna è meno di un terzo della larghezza della Terra ed orbita ad una distanza media dal nostro pianeta di 384.400 chilometri. Ciò significa che 30 pianeti delle dimensioni di una Terra potrebbero stare tra i due corpi celesti. La Luna ruota su se stessa alla stessa velocità con la quale ruota attorno alla Terra (rotazione sincrona): per questa ragione è visibile sempre lo stesso emisfero. 

L’illuminazione mutevole è il motivo per cui, dalla nostra prospettiva, la Luna attraversa delle fasi. Durante una “luna piena”, l’emisfero lunare che possiamo vedere dalla Terra è completamente illuminato dal Sole. E una “luna nuova” si verifica quando il suo emisfero visibile risulta completamente in ombra. La Luna compie un’orbita completa attorno alla Terra in 27 giorni terrestri. Contemporaneamente anche la Terra ruota sul proprio asse mentre orbita attorno al Sole: per questa ragione il nostro satellite sembra orbitare intorno a noi ogni 29 giorni.

Fasi lunari

Struttura

La Luna possiede un nucleo, un mantello e una crosta. Il nucleo interno, solido e ricco di ferro, ha un raggio di 240 chilometri ed è circondato da un guscio di ferro liquido di 90 chilometri di spessore. Il mantello si estende dalla strato parzialmente fuso fino alla crosta lunare. Molto probabilmente è composto da minerali come olivina e pirossene, che a loro volta sono formati da atomi di magnesio, ferro, silicio e ossigeno. La crosta ha uno spessore medio di circa 110 chilometri. È composta da ossigeno, silicio, magnesio, ferro, calcio e alluminio, con piccole quantità di titanio, uranio, torio, potassio e idrogeno. In passato la Luna aveva vulcani attivi, ad oggi tutti allo stato di quiescenza. Il nostro satellite si è originato, secondo la teoria più accreditata, dopo lo scontro tra un planetesimo chiamato Theia e la Terra circa 4,5 miliardi di anni fa. Ecco il link per approfondire.

Struttura interna del nostro satellite

Atmosfera, superficie e magnetosfera

La Luna ha un’atmosfera molto sottile e debole, chiamata esosfera. Non fornisce alcuna protezione dalle radiazioni solari o dagli impatti dei meteoroidi. Dunque una pioggia costante di asteroidi, meteoroidi e comete ha segnato la sua superficie per miliardi di anni creando numerosi crateri. Tycho è uno dei più estesi (circa 85 chilometri di diametro).

Gli impatti hanno generato frammenti che vanno da enormi massi a polvere. Quasi tutta la superficie è coperta da una pila di macerie grigio carbone, polvere e detriti rocciosi che vanno a formare la cosiddetta regolite lunare. Le aree più chiare sono note come altopiani mentre le zone scure, chiamate mari, sono bacini di impatto riempiti dalla lava tra 4,2 e 1,2 miliardi di anni fa. Queste aree chiare e scure contestualmente ai crateri forniscono notizie importanti circa il passato del nostro satellite ed il loro studio è fondamentale. La temperatura della superficie lunare raggiunge circa i 127 gradi Celsius nelle aree illuminate per poi precipitare a circa -173 gradi Celsius nelle zone in ombra. Ad oggi la Luna ha un campo magnetico molto debole: quello terrestre è migliaia di volte più intenso.

Mitologia

Nella mitologia greca, Selene era la dea Luna, figlia di Iperione e Theia e sorella di Elio e Eos (rispettivamente il Sole e l’Aurora). Selene era una bella donna con un viso pallido vestita tutta d’argento e veniva rappresentata con una Luna crescente sulla testa ed in mano una torcia.

Riferimenti:

Passione Astronomia consiglia...
  • Periodo di prova gratuito ad Amazon Kindle Unlimited grazie a Passione Astronomia clicca qui
  • Lo store astronomico clicca qui
Se vuoi sostenere il nostro lavoro puoi fare una donazione