Un nuovo studio suggerisce che la Luna è molto più giovane di quanto pensassimo, circa 85 milioni di anni in meno delle stime precedenti

Non è facile guardare indietro attraverso diversi miliardi di anni di storia e nuove scoperte ci spingono continuamente a ripensare a come è nata la Luna. Ora, un nuovo studio suggerisce che il satellite della Terra è molto più giovane di quanto si pensi, circa 85 milioni di anni in meno delle stime precedenti. I ricercatori affermano che i campioni di rocce lunari raccolti nelle missioni Apollo non sono abbastanza antichi per verificare l’età normalmente accettata di 4,51 miliardi di anni.

Luna
Rappresentazione artistica della formazione della Luna grazie a Theia. Credit: Ron Miller

Il planetesimo Theia

Secondo l’ipotesi comunemente accettata, la Luna si è formata dai detriti di una collisione tra la Terra e un planetesimo chiamato Theia (a questo link trovate l’approfondimento). Ciò significa che la roccia che compone la Luna proviene dalla Terra e può essere utilizzata per datarla, con alcuni modelli sofisticati. Il nuovo studio suggerisce che la Luna si è formata quando la Terra era quasi completamente formata.

I risultati del nostro ultimo modello suggeriscono che la giovane Terra è stata colpita da un planetesimo circa 140 milioni di anni dopo la nascita del Sistema solare 4,567 miliardi di anni fa“, afferma il geofisico Maxime Maurice del Centro aerospaziale tedesco. “Secondo i nostri calcoli, ciò è accaduto 4,425 miliardi di anni fa, con un’incertezza di 25 milioni di anni, ed è nata la Luna.

Rotazione della Luna
Rotazione del nostro satellite

Nuovi modelli

I modelli gestiti da Maurice e dai suoi colleghi utilizzano due scale temporali: quanti anni aveva la Terra quando fu colpita da Theia e quanto tempo ha impiegato a raffreddarsi il massiccio oceano di magma della Luna dopo la solidificazione. Questo secondo processo ha richiesto circa 200 milioni di anni dall’inizio alla fine, secondo gli ultimi modelli. Simulazioni basate su come i minerali di silicato della Luna si sono evoluti nel tempo hanno portato i ricercatori a stimare un’età di 4,425 anni. La nuova analisi prende in esame tanti dettagli e mostra quanti fattori devono essere considerati tra cui la profondità dell’oceano di magma.

Confrontando la composizione misurata dal nostro modello delle rocce lunari con la composizione prevista dell’oceano magma, siamo stati in grado di tracciare l’evoluzione dell’oceano fino al suo punto di partenza ovvero il momento in cui si è formata la Luna“, afferma il geofisico Sabrina Schwinger del Centro aerospaziale tedesco.

Formazione della Luna
Formazione della Luna, schema.

Studi ed esplorazione futura della Luna

Le future missioni con equipaggio sulla Luna saranno in grado di raccogliere più campioni di rocce lunari e, si spera, potrebbero colmare alcune delle lacune restanti circa la sua formazione. Tuttavia, la nuova stima coincide con il periodo in cui si pensa che il nucleo metallico della Terra si sia formato.

La convergenza di queste stime indipendenti non solo fornisce un’età solida e precisa per dell’impatto da cui si è formata la Luna, ma collega questo evento alla differenziazione della Terra e all’evoluzione dinamica del Sistema Solare interno“, scrivono i ricercatori.

Riferimenti:

Passione Astronomia consiglia...
  • Periodo di prova gratuito ad Amazon Kindle Unlimited grazie a Passione Astronomia clicca qui
  • Lo store astronomico clicca qui
Se vuoi sostenere il nostro lavoro puoi fare una donazione