Frank Drake, autorevole astronomo noto per le sue ricerche nel campo dell’intelligenza extraterrestre, è morto in California a 92 anni.

Professore emerito di astronomia e astrofisica, ma anche radioastronomo ed ex decano di scienze naturali. Frank Drake ha dedicato la vita alla ricerca degli extraterrestri nell’ambito del progetto SETI. La figlia Nadia ha annunciato la sua morte con un post sui social, dove ha scritto che suo padre “era amato da molti, e per molte ragioni, ma soprattutto, oggi celebro la sua umanità, la sua tenerezza, il suo spirito gentile. Titano nella vita, papà lascia un’assenza titanica”.

Frank Drake. Credit: Istituto SETI

L’equazione di Drake e la ricerca della vita extraterrestre

Drake era anche noto, fra le altre cose, per la cosiddetta equazione di Drake: elaborata nel 1961, puntava a stimare il numero di civiltà extraterrestri che potrebbero esserci nella nostra galassia. L’equazione offrì un quadro efficace per la pianificazione dei futuri sforzi per rilevare una qualche forma di vita intelligente. All’epoca Drake era a capo del National Radio Astronomy Observatory di Green Bank, nella Virginia, dove aveva condotto le prime ricerche di segnali radio da sorgenti extraterrestri.

Tra l’altro Frank Drake ha anche progettato il primo messaggio interstellare trasmetto dalla Terra nello spazio. È il famoso messaggio di Arecibo, inviato tramite onde radio dall’Osservatorio di Arecibo, nel 1974. L’astronomo fu coinvolto da Carl Sagan nella progettazione delle targhe poi montate sulle sonde Pioneer 10 e 11, nonché del disco d’oro che si trova sulle Voyager. Nato nel 1930 a Chicago, conseguì la laurea in ingegneria fisica alla Cornell, poi un master e un dottorato di ricerca. Si laureò in astronomia ad Harvard e servì nella Marina degli Stati Uniti fra il 1952 e il 1955.

Riferimenti: UC Santa Cruz

Se il lavoro che stiamo facendo ti sembrerà utile, per te e per tutti, potrai anche decidere di esserne partecipe e di abbonarti a Passione Astronomia. Non possiamo prometterti di scoprire cosa c’era prima del Big Bang. Ma possiamo prometterti che con il tuo aiuto ci saranno gli articoli di Passione Astronomia per seguire e capire meglio l’universo.

Chissà che un paese più informato non sia un paese migliore.

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it