Ecco la foto ingrandita 100 milioni di volte, scattata dai ricercatori della Cornell University, a un campione di cristallo di praseodimio.

Una foto da guinness dei primati, letteralmente. È quella scattata dai ricercatori della Cornell University ad un campione di cristallo di praseodimio, un metallo color argento appartenente al gruppo dei lantanidi. Ingrandita 100 milioni di volte e con una risoluzione mai vista, ci hanno mostrato com’è un atomo da vicino, anzi vicinissimo. La foto è valsa loro il Guinness World Record nel 2018 e potrebbe aiutare gli scienziati a sviluppare e progettare strumenti tecnologici sempre più potenti e duraturi.

Un cristallo di praseodimio ingrandito 100 milioni di volte. Credit: Cornell University

L’immagine di un atomo con la più alta risoluzione mai scattata

Gli scienziati, guidati da David Muller della Cornell, hanno ottenuto l’immagine utilizzando una tecnica chiamata psicografia elettronica. In altre parole, hanno “sparato” un fascio di elettroni sul cristallo (circa un miliardo al secondo): questo ha permesso loro di catturare più strati con uno spessore che va da decine a centinaia di singoli atomi. Il risultato è pazzesco.

Si tratta di una tecnica simile al dodgeball. Immaginate di sparare queste palle di elettroni contro avversari che provano a nascondersi (gli atomi). Sebbene gli scienziati non possano vedere i bersagli, possono però rilevare dove andranno a finire i loro colpi. E sulla base del pattern di macchie generato dall’impatto di questi elettroni, gli algoritmi tecnologici possono calcolare dove si trovano gli atomi nel campione di cristallo e immaginare le loro forme.

In precedenza questa tecnica era stata usata solo per le immagini di campioni piatti, spessi da uno a pochi atomi. Ora, invece, avremo la possibilità di guardare intere pile di atomi con una risoluzione davvero sbalorditiva. Le sfocature che vedete nella foto sono causate dalle oscillazioni degli atomi.

Riferimenti: Scientific American

Se il lavoro che stiamo facendo ti sembrerà utile, per te e per tutti, potrai anche decidere di esserne partecipe e di abbonarti a Passione Astronomia. Non possiamo prometterti di scoprire cosa c’era prima del Big Bang. Ma possiamo prometterti che con il tuo aiuto ci saranno gli articoli di Passione Astronomia per seguire e capire meglio l’universo.

Chissà che un paese più informato non sia un paese migliore.

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it