L’esopianeta TOI 700 e appena scoperto dal telescopio TESS si trova nella zona abitabile, dove potrebbe potenzialmente esistere acqua liquida sulla superficie.

Utilizzando i dati del telescopio TESS della NASA, gli scienziati hanno identificato un esopianeta delle dimensioni della Terra, chiamato TOI 700 e. Il pianeta si trova in orbita all’interno della zona abitabile della sua stella, l’intervallo di distanze in cui l’acqua liquida potrebbe trovarsi sulla superficie di un pianeta. Dalle prime analisi l’esopianeta è grande circa il 95% della Terra e probabilmente roccioso.

Gli astronomi avevano precedentemente scoperto tre esopianeti in questo sistema, chiamati TOI 700 b, c e d. Anche il TESS d è risultato orbitare nella zona abitabile. Ma gli scienziati hanno avuto bisogno di un anno in più di osservazioni TESS per riuscire a trovare TOI 700 e.

Il sistema TOI 700

Rappresentazione artistica del pianeta delle dimensioni della Terra TOI 700 e che orbita all’interno della zona abitabile della sua stella. Credits: NASA/JPL-Caltech/Robert Hurt

TOI 700 è uno dei pochi sistemi con pianeti multipli, piccoli e abitabili di cui siamo a conoscenza e lo rende molto interessante per ulteriori osservazioni di follow-up. L’esopianeta TOI 700 e è risultato essere del 10% più piccolo del pianeta d, quindi il sistema mostra anche come ulteriori osservazioni TESS ci aiutino a trovare mondi sempre più piccoli.

TOI 700 è una piccola e fredda stella nana di tipo M situata a circa 100 anni luce di distanza nella costellazione meridionale del Dorado. Nel 2020, gli astronomi avevano annunciato la scoperta del pianeta d, grande come la Terra e con una zona abitabile, che orbita attorno alla stella in 37 giorni, insieme ad altri due mondi.

Il pianeta più interno, TOI 700 b, è grande circa il 90% della Terra e orbita intorno alla stella ogni 10 giorni. TOI 700 c’è oltre 2,5 volte più grande della Terra e completa un’orbita ogni 16 giorni. I pianeti sono probabilmente bloccati marealmente, il che significa che un lato di essi è sempre rivolto verso la stella, proprio come un lato della Luna è sempre rivolto verso la Terra.

TESS monitora ampie aree del cielo, chiamate settori, per circa 27 giorni alla volta. Queste lunghe osservazioni consentono al satellite di tracciare i cambiamenti nella luminosità stellare causati da un pianeta che passa davanti alla sua stella dalla nostra prospettiva, un evento chiamato transito. La missione ha utilizzato questa strategia per osservare il cielo australe a partire dal 2018, prima di rivolgersi al cielo settentrionale.

Nel 2020 è tornato nel cielo australe per ulteriori osservazioni e questo anno aggiuntivo di dati raccolti ha permesso al team di perfezionare le informazioni originali del pianeta, che è risultato essere di dimensioni del 10% più piccole rispetto ai calcoli iniziali.

TOI 700 e, che potrebbe essere anche lui bloccato per le forze di marea, impiega 28 giorni per orbitare attorno alla sua stella, posizionando l’esopianeta TOI 700 e tra i pianeti c e d nella cosiddetta Conservative Habitable Zone, dove è probabile che il pianeta possa avere sia acqua liquida che un’atmosfera.

È attualmente in corso uno studio di follow-up del sistema TOI 700 con osservatori spaziali e terrestri, che potrebbe fornire ulteriori approfondimenti su questo raro sistema.

Riferimenti: NASA\JPL

Nel suo piccolo, Passione Astronomia ti aiuta a capire come funziona l’universo. E l’universo funziona meglio se le persone che ne fanno parte sono bene informate: se hanno letto sciocchezze, bugie, veleni, poi va a finire come va a finire. Già ora non è che vada benissimo. Ecco perché è importante che qualcuno spieghi le cose bene. Passione Astronomia fa del suo meglio.

Abbonati!

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it