Secondo un’inchiesta di Vice.com, il governo degli Usa avrebbe speso milioni di dollari per sperimentare bizzarre tecnologie. Dal mantello dell’invisibilità, a wormhole attraversabili, per arrivare addirittura alla perforazione della Luna con esplosivi nucleari. Ecco tutti i dettagli.

Da quando il New York Times ne svelò l’esistenza nel 2017, l’Advanced Aerospace Threat Identification Program (AATIP, finanziato dalla DIA) ha fatto molto parlare di sé, in particolare per la divulgazione di nuovi documenti che riguardavano gli UFO. Il programma, ora formalmente defunto, non si stava dedicando solamente agli oggetti volanti non identificati. Un’inchiesta esclusiva di Vice rivela che il governo degli Stati Uniti avrebbe speso milioni per la sperimentazione di bizzarre tecnologie aerospaziali. Cerchiamo di capire nel dettaglio di cosa si tratta.

La Terra e la Luna. Credit: pixabay

Mantelli dell’invisibilità, wormhole attraversabili e un tunnel attraverso la Luna

I nuovi documenti svelati da Vice suggeriscono che l’AATIP non si limitasse ad indagare sugli UFO, ma che si dedicasse anche alla fattibilità di varie tecnologie avanzate. La raccolta di file secretati include rapporti su wormhole attraversabili, stargate ad energia negativa, comunicazioni attraverso onde gravitazionali ad alta frequenza, motori a curvatura, energia oscura e dimensioni parallele. Tutti argomenti che sembrano presi da un libro di fantascienza, direte voi.

Invece in uno dei rapporti si parla perfino di “dispositivi di occultamento” che renderebbero gli oggetti invisibili. In un altro documento gli autori propongono un piano per estrarre metalli estremamente leggeri dal centro della Luna (perfino 100mila volte più leggeri dell’acciaio, ma ultra-resistenti). Per raggiungere questo obiettivo, però, si dovrebbe bombardare il nostro satellite aprendo un tunnel con le armi termonucleari.

Non è chiaro se il governo degli USA abbia mai veramente commissionato tutte queste idee. Secondo Vice, gran parte dell’agenda dell’AATIP si basava su ricerche per conto di una società privata chiamata Bigelow Aerospace Advanced Space Studies (BAASS). La società, che si aggiudicò un contratto da ben 10 milioni di dollari per le ricerche, è gestita da Robert Bigelow, un amico stretto del defunto senatore Harry Reid, responsabile a sua volta della creazione di AATIP.

Qui trovate i documenti

Riferimenti: https://www.vice.com/en/article/k7wj9e/newly-released-documents-shed-light-on-government-funded-research-into-worm-holes-anti-gravity-and-invisibility-cloaks

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it