Il lancio del razzo Artemis 1, il primo passo per il ritorno dell’uomo sulla Luna, entra nella sua fase finale di test per il decollo.

Il nuovo razzo della NASA si trova montato all’interno dell’iconico Vehicle Assembly Building del Kennedy Space Center prima in attesa di essere spostato sulla rampa di lancio. Composto dal razzo Space Launch System (SLS) della NASA e dalla navicella spaziale Orion, posto sul suo lanciatore mobile, il razzo Artemis I è pronto a essere trasportato il 17 marzo verso il Complex 39B per la sua successiva fase di verifica generale che avrà inizio il 1° aprile.

La prova generale dimostrerà la capacità della squadra di caricare più di 700.000 galloni di propellenti criogenici, o super-freddi, nel razzo posto sulla rampa di lancio, esercitarsi in ogni fase del conto alla rovescia del lancio e drenare i propellenti per dimostrare la sua sicurezza e stabilità durante un lancio effettivo. Il test sarà il culmine di mesi di assemblaggio e verifiche dell’SLS e dell’Orion, oltre ai preparativi da parte dei team di controllo del lancio e degli ingegneri per il primo lancio di Artemis.

Artemis 1
Foto dell’Artemis 1 durante la fase di assemblaggio all’interno del VAB. Credit: NASA/Kim Shiflett

I test dal pad di lancio

Il trasporto dell’SLS e dell’Orion alla rampa (o pad) è un passaggio fondamentale per il lancio della missione Artemis 1 senza equipaggio. Lo spostamento avrà inizio alle ore 22:00 italiane di giovedì 17 marzo con l’uscita del cingolato di trasporto fuori dal Vehicle Assembly Building (VAB). Il processo vedrà il crawler portare SLS e l’Orion per un viaggio di 4 miglia dal VAB alla rampa di lancio. Si stima che il viaggio richiederà ben 11 ore poiché il cingolato si avvicinerà alla rampa a 1,3 km/h, con andatura massima (a pieno carico) del veicolo di 1,6 km/h. Il cingolato di trasporto viene utilizzato da più di 50 anni e durante il corso degli anni ha subito aggiornamenti e verifiche che lo mantengono in piena funzionalità

Una volta al pad, il team della missione lavorerà per condurre un test finale di pre-lancio con il razzo e la navicella spaziale noto come “prova in costume”. Durante questo test, i membri del team della missione caricheranno il propellente nel megarocket SLS e simuleranno un conto alla rovescia per il lancio. Al momento tale fase è prevista nella giornata del 3 Aprile. 

Dopo la “prova in costume”, il team della missione prevede che ci saranno dagli otto ai nove giorni di test e ulteriori verifiche prima di poter riportare SLS e Orion al VAB, se tutto andrà secondo i piani. Il lancio effettivo è schedulato per il prossimo mese di Maggio.

Riferimenti: NASA Artemis

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it