Godetevi questo meraviglioso video, disponibile anche in 4K, diretto proprio al centro della Via Lattea

Questo video zoom inizia con un’ampia vista della Via Lattea. Tutto parte e ci si tuffa nella polverosa regione centrale per scoprire cosa effettivamente appare. Lì si nasconde un buco nero di 4 milioni di masse solari circa, circondato da tante stelle in rapida orbita. Possiamo apprezzare il movimento di queste stelle grazie a 26 anni di dati dai telescopi dell’ESO. Vediamo quindi una vista ancora più ravvicinata di una delle stelle, nota come S2, che passa molto vicino al buco nero. La parte finale mostra una simulazione dei moti delle stelle.

Advertisement
Banner Plus

Qualche informazione sulla nostra Galassia

Tutte le stelle della Via Lattea orbitano attorno a un buco nero supermassiccio al centro della galassia, che è stimato essere quattro milioni di volte più massiccio del nostro Sole. Fortunatamente, è a una distanza di sicurezza dalla Terra, a circa 28.000 anni luce. La nostra galassia (diametro 100.000 anni luce) è una delle innumerevoli miliardi nell’universo, ciascuna con milioni, o più frequentemente miliardi, di stelle proprie. La Via Lattea si snoda lungo un’orbita galattica a una velocità media di circa 828.000 km/h. Il nostro sistema solare impiega circa 230 milioni di anni per compiere una rivoluzione attorno al centro galattico.

Il gruppo locale

La Via Lattea fa parte del Gruppo Locale, un “quartiere” di circa 10 milioni di anni luce, costituito da oltre 30 galassie che sono legate gravitazionalmente l’una all’altra. A parte la nostra galassia, la più grande di questo gruppo è Andromeda, che è in rotta con la Via Lattea (circa quattro miliardi di anni). La Via Lattea per i Greci rappresentava del latte perso da Era mentre allattava Ercole, che versandosi si sparse nel cielo. Ercole, infatti, era figlio di Zeus e della mortale Alcmena la quale, per paura di ritorsioni da parte della consorte del re degli dèi, lo abbandonò subito dopo la nascita. Qui l’articolo completo.

Fonte, Fonte

Credit immagine di copertina: ESO