I detriti di un enorme razzo cinese chiamato Long March 5B, lanciato il 24 luglio, dovrebbero ricadere sulla Terra all’inizio della prossima settimana.

Enormi detriti del booster di un razzo cinese Long March 5B cadranno sulla Terra, fra domenica e lunedì. A dare l’allarme la Aerospace, che sta cercando di capire dove si schianteranno questi pezzi in base alla traiettoria del razzo. Quest’ultimo era stato lanciato nello spazio il 24 luglio per trasportare il modulo ad energia solare verso la stazione orbitante cinese Tiangong. Tuttavia, a causa delle grandi dimensioni (53 metri per 23 tonnellate), non tutto il razzo brucerà al rientro nell’atmosfera. Molti pezzi, infatti, sono destinati a schiantarsi sulla Terra. Il problema è che è difficile prevedere esattamente dove cadranno questi detriti.

razzo
La traiettoria del razzo che dovrebbe schiantarsi sulla Terra all’inizio della prossima settimana. Credit: Aerospace

Cosa sappiamo dei detriti in discesa incontrollata verso la Terra

Completato il suo lavoro in orbita, il Long March 5B è entrato in una discesa incontrollata verso l’atmosfera terrestre, ma non è chiaro dove atterrerà. È la terza volta che la Cina viene accusata di non saper gestire adeguatamente i detriti spaziali causati dai lanci spaziali. I detriti spaziali – spiega Michael Byers della British Columbia – non rappresentano un rischio serio per l’uomo, ma è possibile che le parti più grandi possano causare danni, se atterrano in zone abitate. Il fatto è che oggi questo rischio è del tutto evitabile, perché esistono tecnologie in grado di fornire ai razzi un rientro controllato. Considerate le variabili meteorologiche, il punto esatto di ingresso del razzo nell’atmosfera non può essere individuato fino a poche ore dal suo rientro, ma si stima che possa rientrare nell’atmosfera fra il 31 luglio e il 1 agosto.

Riferimenti: Aerospace.org

Se il lavoro che stiamo facendo ti sembrerà utile, per te e per tutti, potrai anche decidere di esserne partecipe e di abbonarti a Passione Astronomia. Non possiamo prometterti di scoprire cosa c’era prima del Big Bang. Ma possiamo prometterti che con il tuo aiuto ci saranno gli articoli di Passione Astronomia per seguire e capire meglio l’universo.

Chissà che un paese più informato non sia un paese migliore.

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it