Mentre vulcani e terremoti ci ricordano che l’interno della Terra è tutt’altro che tranquillo, ci sono altri processi che avvengono sotto i nostri piedi. Ecco l’incredibile scoperta della missione Swarm dell’ESA.

Il campo magnetico terrestre è come un’enorme bolla che ci protegge dalle radiazioni cosmiche e dalle particelle cariche che arrivano dal Sole. Senza il campo magnetico, la vita sulla Terra semplicemente non esisterebbe. La maggior parte del campo magnetico è generata da un oceano di ferro liquido caldissimo che costituisce il nucleo esterno della Terra, 3.000 km sotto i nostri piedi. Agisce come il conduttore di una dinamo da bicicletta, generando correnti elettriche ed elettromagnetiche in continuazione. Una recente scoperta dell’ESA mostra l’esistenza di una misteriosa onda magnetica che attraversa il nostro pianeta. Ecco cosa sappiamo a riguardo.

Lo sciame “magnetico” che attraversa il nucleo della Terra

Cos’è questa onda magnetica che attraversa la Terra ogni sette anni

La missione Swarm dell’ESA comprende tre satelliti identici che misurano questi segnali magnetici che arrivano dal centro della Terra. Da quando sono stati lanciati, nel 2013, hanno aiutato gli scienziati a comprendere meglio i processi naturali del pianeta, dalla meteorologia spaziale alle dinamiche che avvengono nel nucleo della Terra. Misurare il nostro campo magnetico dallo spazio è l’unico vero modo per sondare in profondità il nostro pianeta.

Grazie ai dati raccolti in questi anni, gli scienziati hanno scoperto un misterioso fenomeno che riguarda nucleo e campo magnetico terrestre. In pratica i satelliti avrebbero rilevato un nuovo tipo di onda magnetica che attraversa letteralmente la superficie del nucleo esterno della Terra (dove si incontrano nucleo e mantello, per capirci). Ebbene, questa misteriosa onda oscilla ogni sette anni e si propaga verso ovest fino a 1.500 chilometri all’anno.

Molti geofisici hanno a lungo teorizzato l’esistenza di tali onde, ma finora si pensava si propagassero su scale temporali più lunghe, rispetto a quelle pubblicate in questa ricerca. A causa della rotazione terrestre queste onde si allineano in colonne lungo l’asse di rotazione. I movimenti e i cambiamenti del campo magnetico associati a queste onde sono più forti vicino alla regione equatoriale del nucleo terrestre. Serviranno però ulteriori approfondimenti per capirne la provenienza e se ne esistano altre simili.

Riferimenti: https://www.esa.int/Applications/Observing_the_Earth/FutureEO/Swarm/Swarm_unveils_magnetic_waves_deep_down

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it