Una prospettiva insolita immerge letteralmente questo antico santuario in una stretta porzione di Via Lattea, fra migliaia di stelle

Questa volta vi propongo un ingrandimento della Via Lattea, nei pressi del nucleo. Si tratta come ovvio di una zona densa di stelle, polveri e materia, i quali creano delle trame molto suggestive, ricche di dettagli e colori. La ripresa è avvenuta nei cieli bresciani, in una fresca nottata estiva, trovandomi a circa 1000m di altitudine. Ho scelto una composizione particolare, in cui la focale adottata regala una prospettiva che permette di far apparire i due soggetti quasi sovrapposti. Infatti in questo modo il santuario, fortunatamente ben illuminato, sembra incastonato come una brillante e preziosa pietra all’interno della nostra Galassia. Come di consueto, ho ripreso una serie di scatti (con astroinseguitore) gestiti in una multiesposizione, in modo da armonizzare le luci del santuario, le scure montagne e la Volta Celeste.


Attrezzatura e dati di scatto per il cielo:

Canon Eos 6D, Canon 100L

  • 10x pose, con astroinseguitore
  • 30s
  • f/4
  • ISO 3200


Per curiosità e tanti altri scatti vi aspetto sui miei social, che trovate qui sotto:

Stefano Maraggi: Instagram & Facebook


Inoltre:

Se vuoi sostenere il nostro lavoro puoi fare una donazione