L’agenzia spaziale americana ha dovuto rimandare una passeggiata spaziale di due astronauti a causa dei detriti in orbita attorno alla Terra. Ecco cosa è successo.

Nella serata di lunedì 29 novembre la NASA ha diramato un’allerta per la presenza di detriti spaziali nell’orbita della Stazione Spaziale Internazionale. Un problema, quello dei rifiuti, che si sta facendo sempre più serio e al quale gli scienziati stanno provando a studiare una soluzione. L’agenzia non ha voluto correre il rischio di far uscire due dei suoi astronauti al lavoro sulla ISS per una passeggiata spaziale.

L’uscita prevista per martedì 30 novembre, quindi, è stata posticipata finché non verranno del tutto esclusi rischi per gli astronauti in orbita. Solo qualche giorno fa c’era stata una diatriba fra NASA e Russia per la scelta di quest’ultima di bombardare un vecchio satellite in orbita con conseguente accumulo di ulteriori detriti nello spazio.

Un astronauta in orbita attorno alla Terra. Credit: NASA/Canadian Space Agency

Il rischio detriti per gli astronauti in orbita attorno alla Terra

Gli astronauti della NASA, Kayla Barron e Thomas Marshburn, erano pronti ad indossare le tute spaziali per una passeggiata all’esterno della ISS. I detriti presenti in orbita, però, avrebbero potuto rappresentare un serio pericolo per le loro vite. L’agenzia non se l’è sentita quindi di procedere come da programma.

I due astronauti avrebbero dovuto riparare un’antenna che fa parte della Stazione Spaziale Internazionale. La NASA diramerà un altro comunicato nei prossimi giorni per dirci quando verrà effettuata questa sostituzione.

I detriti spaziali stanno rappresentando un serio problema per gli astronauti. Torna alla memoria la famosa “sindrome di Kessler” teorizzata dall’omonimo consulente NASA nel 1978. In pratica definisce una sorta di punto di non ritorno per l’affollamento globale da detriti spaziali. In sostanza afferma che si arriverà, un giorno, ad un tale affollamento in orbita che potrebbe causare una collisione a catena con i vari satelliti e stazioni spaziali presenti attorno alla Terra. Questo fenomeno potrebbe rendere impossibile continuare le ricerche scientifiche nello spazio, con effetti devastanti anche sui servizi di rete satellitare di cui usufruiamo ogni giorno.

Gli astronauti della NASA Thomas Marshburn e Kayla Barron. Credit: NASA.

Riferimenti:

Passione Astronomia consiglia...
  • Periodo di prova gratuito ad Amazon Kindle Unlimited grazie a Passione Astronomia clicca qui
  • Lo store astronomico clicca qui

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it