Un team di astronomi ha scoperto periodiche variazioni di luce di una stella causate da un corpo orbitante che emette nuvole di polvere. Ecco che cosa sappiamo.

Il Transiting Exoplanet Survey Satellite (TESS) è stato lanciato nel 2018 con l’obiettivo di scoprire nuovi pianeti attorno a stelle vicine al Sole. Finora ha scoperto 172 esopianeti che si aggiungono alla lista dei 4703 esopianeti confermati. La sua fotocamera è in grado di scattare foto che coprono un enorme campo visivo (più del doppio della costellazione di Orione). Tra le scoperte di TESS oggetti cosmici denominati TIC, che derivano da pulsazioni stellari, esplosioni di supernova, stelle binarie e altro ancora. Un team di astronomi ha scoperto un misterioso oggetto che avrebbe causato un calo di luminosità della stella attorno alla quale orbita di quasi il 25% in quattro ore, seguito da diverse variazioni di luminosità che potrebbero essere interpretate come un’eclissi.

L'oggetto TIC 400799224
Un’immagine del cielo attorno a TIC 400799224. Il mirino indica la posizione dell’oggetto: gli astronomi pensano che le misteriose variazioni periodiche di luce siano causate da un corpo orbitante che emette nuvole di polvere che nascondono la stella. Credit: Powell et al., 2021

Un sistema di stelle binario

Nel corso delle loro osservazioni gli astronomi hanno dedotto si tratti di un sistema di stelle binario, nel quale una delle stelle pulsa con un periodo di 19,77 giorni, probabilmente a causa di un corpo orbitante che emette periodicamente nuvole di polvere che occultano la stella. Ma mentre la periodicità è rigorosa, le occultazioni di polvere sono irregolari nelle loro forme, profondità e durata.

È la natura del corpo orbitante ad essere un mistero, poiché la quantità di polvere emessa è molto grande. Se fosse prodotto dalla disintegrazione di un oggetto come ad esempio l’asteroide Cerere del nostro sistema solare, sopravvivrebbe circa 8mila anni, prima di scomparire. Eppure, a sorpresa, durante i 6 anni in cui l’oggetto è stato osservato, la periodicità è rimasta rigorosa e l’oggetto che emette la polvere è apparentemente rimasto intatto.

Il team ha intenzione di continuare a monitorare questa ennesima stranezza del cosmo. Serviranno ulteriori osservazioni, insomma, per cercare di capirne le variazioni nel corso di molti decenni.

Riferimenti:

Passione Astronomia consiglia...
  • Periodo di prova gratuito ad Amazon Kindle Unlimited grazie a Passione Astronomia clicca qui
  • Lo store astronomico clicca qui
  • Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it