Un team di astronomi ha pubblicato una nuova mappa del disco esterno della Via Lattea. Misteriose strutture simili a filamenti interagiscono con le galassie vicine.

La regione più esterna della Via Lattea è sempre rimasta poco esplorata. La causa principale è la polvere interstellare, che oscura la maggior parte della nostra visuale e rende meno luminose molte stelle della periferia galattica. Gli astronomi, però, hanno sfruttato il movimento di queste stelle per eseguire un’accurata tomografia delle regioni più esterne della galassia. Ecco cosa hanno scoperto.

Advertisement
Banner Plus
Via Lattea
La Via Lattea. Credit: NASA.

Cosa c’è ai confini della nostra galassia

La nostra Via Lattea è circondata da 50 galassie satellite e nel suo passato ha inghiottito numerose altre galassie. Attualmente si pensa che la Via Lattea sia stata plasmata dalla galassia nana del Sagittario. Tuttavia, nel suo lontano passato potrebbe aver interagito con un altro intruso, il Gaia Sausage: gli astronomi hanno trovato tracce dei suoi detriti sul bordo esterno della nostra galassia.

I ricercatori hanno ipotizzato che questo tipo di strutture simili a bracci, siano state plasmate in passato dall’interazione gravitazionale con altre galassie. Questo studio ha confermato la validità di un precedente lavoro nel quale erano state scoperte strutture filiformi nel disco esterno della Via Lattea, dove orbitano stelle vecchie più di 8 miliardi di anni. Il problema è che erano troppo vecchie per essersi formate dall’interazione con il Sagittario.

Insomma, lo studio ha rivelato l’esistenza di molte strutture filamentose rotanti ai confini della nostra galassia. Gli astronomi sono convinti che questo tipo di strutture si siano formate attraverso le interazioni con altre galassie, ma c’è tutta una sotto-struttura di cui non si conoscono le origini e che rimane un mistero. Le prossime indagini con lo spettrografo proveranno a districare la matassa. L’obiettivo e capirne le origini, la composizione chimica e magari l’età.

Riferimenti:

Passione Astronomia consiglia...
  • Periodo di prova gratuito ad Amazon Kindle Unlimited grazie a Passione Astronomia clicca qui
  • Lo store astronomico clicca qui
  • Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it